Week end Immacolata 8-10 dicembre Civita di Bagnoreggio: un tuffo nella storia

Week end Immacolata 8-10 dicembre Civita di Bagnoreggio: un tuffo nella storia

È senza dubbio tra i luoghi magici del Lazio e che almeno una volta nella vita deve essere visitato, specialmente a chi abita a pochi chilometri.
Un borgo che nasce su un’ altura, tra l’altro precaria, su una formazione di tufo e banchi di argilla che lo rendono non solo uno dei posti che potrebbe scomparire
da qui a qualche anno ma anche un luogo che con l’andare del tempo è stato abbandonato dalla popolazione.
Un’occasione ideale è il lungo week end Immacolata 8-10 dicembre grazie al lungo ponte.

Week end Immacolata 2017 nel Lazio: Civita di Bagnoregio la città che muore

In occasione del week end Immacolata 2017 vi consigliamo di andare a visitare lo splendido borgo di Civita di Bagnoregio ormai disabitato che
evoca e racchiude un alone misterioso ma bellissimo.
Una visita che merita in un luogo arroccato su una rupe e che è raggiungibile solamente a piedi tramite un ponte di accesso molto suggestivo e che fa
risaltare la sua storia medievale.
Un’ occasione da prendere al volo per la caratteristica di questa cittadina fantasma che a causa dei banchi di argilla su cui poggia cala ogni anno di circa
7 centimetri con il rischio che tra qualche anno non sarà più possibile visitarla.

Passeggiare sul ponte di ingresso al borgo di Civita di Bagnoregio è un tuffo nel passato, immergersi in una dimensione che ci porterà a rivivere la storia,
un vero viaggio nel tempo a pochissimi chilometri da Roma.
Suggestiva poi in questo periodo dell’anno la nebbia che sale dal ponte  e che avvolge la cittadina quasi una visione surreale di un paesaggio che possiamo
dire unico al mondo.

All’interno del Borgo di Civita di Bagnoreggio

Quando si parla di piccoli borghi la domanda che in tanti si pongono e Civita di Bagnoregio cosa fare?
Una risposta semplice prima di tutto cambiare l’approccio.
Una visita a Civita di Bagnoregio durante il week end Immacolata 2017 significa prima di tutto entrare in un piccolissimo borgo ma anche entrare
in un luogo che va preso per la sua naturalezza e tranquillità.
Aspettarsi attrazioni turistiche e locali alla moda probabilmente avete sbagliato location.
Dopo essere entrati dalla porta di Santa Maria si entra nel borgo fatto da piccole viette strette in cui ci sono bar, ristoranti e diversi negozi che grazie al turismo
stanno vivendo un rilancio economico ma anche un recupero di un borgo medievale che merita di essere valorizzato al meglio.

Dormire e mangiare a Civita di Bagnoregio

Nel lungo ponte dell’Immacolata, che quest’anno capita di venerdì vi consigliamo di rimanere all’interno del borgo, e vivere due giorni di magia
alloggiando nei B&B che sono presenti, in questo modo potrete rimanere quando i tanti turisti vanno via e guardare con altri occhi il Borgo di Civita di Bagnoregio, con l’illuminazione particolare dei piccoli lampioni e poter portare a casa fotografie belle e suggestive.
Alzarsi presto la mattina farà si che possiate godervi uno dei panorami davvero più belli d’Italia con la nebbia che si alza tutta intorno al borgo  con il
ponte che si intravede.

Ma non dimentichiamo dove poter mangiare, ci sono tanti ristoranti a Civita di Bagnoregio ristoranti tipici con pietanze tipiche della zona e della Tuscia,
tra tutti ricordiamo Al Forno di Agnese, Trattoria Antico Forno, Antico frantoio e La cantina di Arianna.
Se non volete rimanere in città nel week end dell’Immacolata dall’ 8 al 10 dicembre noi vi consigliamo di andare a Civita di Bagnoregio.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*