Vespa elettrica motore, potenza continua da 2 kw: prestazioni superiori

Vespa elettrica motore, potenza continua da 2 kw: prestazioni superiori

Il mondo della mobilità sta cambiando notevolmente ci si sta spostando sempre di più verso una mobilità più ecosostenibile e si cominciano a vedere i
primi veicoli elettrici per le città.
Proprio da questo concetto che il gruppo Piaggio ha presentato la Vespa Elettrica, un modello innovativo dell’icona italiana per eccellenza che si prederà
l’onere di portare gli italiani, come fece già molti anni fa, ad un concetto di green e di anti inquinamento.

Vespa Elettrica autonomia e prestazioni

Da questi due concetti nasce una delle caratteristiche della Vespa Elettrica caratteristiche che si concentrano principalmente sul cuore pulsante di questo
mezzo, il motore.
Una power unit che è in grado di erogare costantemente una potenza di 2 kw ma con picchi che possono arrivare a 4 kw, che insieme alla coppia superiore ai
200 Nm permettono all’utilizzatore di avere prestazioni superiore ad uno scooter 50.
Grazie anche ad una accelerazione che tipica dei motori elettrici, la Vespa Elettrica offre un agilità di guida agilissima e molto dinamica e piacevole nel traffico
urbano il tutto da un silenzio assoluto.

Insieme all’inquinamento da idrocarburi pari a zero, la Vespa Elettrica non producendo rumore contribuisce anche a rendere la città meno caotica e molto
più vivibile anche dal punto di vista dell’inquinamento acustico.

Autonomia e tempi di ricarica

Quando si parla di veicoli elettrici e si associa la parola prestazioni si pensa prima di tutto all’autonomia in questo caso della Vespa Elettrica autonomia
che per questo veicolo raggiunge un massimo di 100 km a riczrica.
Un valore che subisce delle variazioni anche in base allo stile di guida e da dove si guida soprattutto.
Interessante che nella guida urbana, dove ci sono tanti stop and go a causa sia del traffico che dei semafori, questo valore non subisce grosse variazioni.
Questo grazie anche all’adozione di una batteria agli ioni di litio e all’efficiente sistema di recupero dell’energia cinetica, il famoso Kers che permette di
autoricaricare la Vespa Elettrica nelle fasi di decelerazione.

Una delle caratteristiche di questo tipo di batteria è la possibilità di non avere particolari manutenzioni, in pratica si parla di una batteria molto simile a
quelli dei normali smartphone solo molto più grande.
La ricarica semplice e veloce ricorda infatti quella dei telefoni di ultima generazione infatti Vespa Elettrica ha un cavo nel sottosella che viene collegato
alla normalissima presa elettrica di casa o, se le troviamo, alle colonnine di ricarica in giro per la città.
Tempo per ricaricare super veloce per questa Vespa Eletrica ricarica completa in circa 4 ore.

 Manutenzione ed elettronica

Una delle cose più interessanti della Vespa Elettrica è che sia il pacco batteria che lo stesso motore Vespa Elettrica non necessitano di nessuna manutenzione.
La batteria infatti garantisce un’efficienza ottimale fino a 1000 cicli di ricarica completi, in chilometri siamo nell’ordine tra i 50000 e i 70000 un utilizzo
medio urbano che copre un arco che può arrivare a circa dieci anni.
Una nota molto interessante è che dopo i mille cicli di ricarica della batteria Vespa Elettrica, l’accumulatore garantisce ancora l’80% della sua capacità.
Interessante lo spazio sottosella Vespa Elettrica dove sono ubicate le batterie ma che riesce a contenere tranquillamente un casco jet.

Due le modalità di guida della Vespa Elettrica comandata da un acceleratore elettronico ride by wire. Sul lato destro del manubrio con il tasto riding mode
è possibile scegliere la modalità Eco oppure Power in più la Reverse, una retromarcia per aiutarci nella gestione del mezzo.
La modalità Eco è quella che parzializza il consumo energetico per far durare di più la batteria Vespa Elettrica, la Power invece la modalità con cui possiamo
sfruttare l’intera potenza del motore Vespa Elettrica.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10706 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*