Fratoianni: “La Sanità pubblica ormai è al collasso”

«Se facciamo un confronto fra il 2014 e il 2015, sugli adempimenti Lea, cioè i livelli essenziali di assistenza, delle singole regioni abbiamo chiara una parola: disastro. Nel 2015 ci sono ben 5 regioni in area critica, che non riescono a garantire i livelli essenziali di assistenza, e cioè i diritti di erogazione di prestazioni sanitarie più basilari. E’ effetto dei continui tagli, della mancanza di risorse, di mancanza di personale sufficiente e adeguato». Lo ha scritto su Facebook Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra italiana.

«E anche la nuova legge di bilancio – ha proseguito il leader di Si – propone nuovi tagli alla salute dei cittadini: 2.6 miliardi di euro tolti alle regioni, che si scaricheranno su salute e sociale. Senza considerare il rinnovo del contratto degli statali, che costa 1.3 miliardi di euro, che verranno sottratti dal Fondo Nazionale Sanitario, senza immettere risorse aggiuntive nel sistema”. “Una vergogna infinita – ha concluso Fratoianni – mentre 12 milioni di italiani rinunciano alle cure. Ecco chi ci porta le malattie…»

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9846 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*