Sbk: “Doppietta a Jerez per Jonathan Rea”

Al Pirelli Spanish Round è stato il tre volte campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) a vincere Gara2, completando così un fine settimana di grande successo sul circuito di Jerez. In una gara che ha avuto una seconda partenza Rea ha ottenuto il bottino completo di punti, ed è stato seguito da Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) e Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati).
Il nord-irlandese Rea non aveva mai vinto prima d’ora sulla pista spagnola, ma grazie ad una buona fiducia alla guida della sua Kawasaki e senza avere più la pressione del titolo, avendolo vinto nel round precedente in Francia, ha potuto prendere la testa della corsa al termine del primo giro, superando Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team).
Rea ha così svolto una gara in solitaria e ha tagliato il traguardo con + 2.7 s di vantaggio su Melandri, che solo nelle ultime fasi finali della gara ha superato il suo compagno di squadra Davies. Kawasaki ha inoltre vinto il titolo costruttori del WorldSBK 2017.
Ci sono state grandi battaglie nel corso della gara e Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ha chiuso quarto, davanti a Tom Sykes (Kawasaki Racing Team). Van der Mark ha terminato sesto dopo aver dominato il primo giro e dopo aver avuto un contatto con Melandri.
Xavi Fores (BARNI Racing Team) ha tagliato il traguardo in settima posizione, dopo una buona lotta con il campione del mondo 2014 Sylvain Guintoli – tornato all’azione della Kawasaki ZX-10RR questo week end. Il francese sarà il portacolori del Kawasaki Puccetti Racing anche nell’ultimo round della stagione in Qatar. Leandro Mercado (IODARacing) e Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) completano la top 10.
Davide Giugliano (Red Bull Honda World Superbike Team) ha ricevuto una penalità, il ride through, e ha concluso 17esimo dopo il ritiro del sabato. Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) dopo la caduta ha invece chiuso 18esimo.
La bandiera rossa ha interrotto la gara dopo un incidente iniziale tra Davies e Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) alla curva 2 e Dominic Schmitter (eighty one HPC-Power Suzuki Racing) ha avuto bisogno di assistenza medica in pista dopo una brutta caduta con la sua Suzuki GSX-R1000.
Il team di Davies ha lavorato duramente per preparare la moto nei 20 minuti a disposizione, mentre la Ducati Panigale R richiedeva alcune riparazioni rapide per consentire al gallese di tornare alla griglia di partenza per la seconda partenza. Anche Laverty è tornato in pista per la seconda partenza, ma prima di arrivare in griglia è nuovamente passato dal box per un altro problema alla sua Aprilia RSV4 RF, prima di partire dalla pit lane. L’irlandese non ha poi potuto portare a termine la gara.
L’ultimo round del MOTUL FIM Superbike World Championship 2017 – l’Acerbis Qatar Round – è in programma da giovedì 2 a sabato 4 novembre, sotto i riflettori sul circuito di Losail.

(Visited 24 times, 1 visits today)

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9851 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*