Napoli-Inter: vince l’equilibrio

Al termine di una sfida molto intensa, giocata a viso aperto da parte di entrambe le squadre, l’Inter ferma la corsa del Napoli, reduce da otto vittorie nelle otto precedenti gare di campionato, e porta a casa un punto molto prezioso nel big match della 9^ giornata della Serie A TIM: 0-0 il risultato finale del San Paolo.

La prima squadra a farsi vedere in avanti è il Napoli che, al 5′, ci prova con un destro radente di Hamsik: il pallone termina ampiamente sul fondo. I nerazzurri rispondono al minuto 11 con una conclusione dal limite di Gagliardini respinta col corpo da un avversario: sugli sviluppi dell’azione D’Ambrosio cerca l’incrocio col sinistro ma non inquadra la porta. Al 20′, dopo un tentativo fuori misura da parte di Allan, la prima vera occasione del match: Handanovic risponde alla grande prima sul destro a incrociare di Callejon e poi sulla ribattuta da due passi di Mertens. L’Inter torna a pungere al 27′ con uno stacco aereo di Perisic che mette alto sul cross di Candreva ma al 35′ è il Napoli a rendersi ancora molto pericoloso: Hamsik inventa col sinistro per Insigne, il cui colpo di testa da posizione ravvicinata viene bloccato in due tempi da Handanovic. I partenopei cercano di alzare i ritmi del match: al 38′ Koulibaly ruba palla a Skriniar e da posizione decentrata prova a sorprendere il portiere nerazzurro, senza trovare la porta. Dopo una fase di sofferenza, l’Inter chiude in avanti: Reina deve rispondere prima al tentativo col destro di Icardi e, soprattutto, alla potente conclusione ravvicinata di Borja Valero al 42′, deviata in corner. Non c’è recupero, il primo tempo termina a reti inviolate.

Le squadre rientrano in campo con gli stessi uomini della prima frazione. Al 48′ grande chance per i nerazzurri: Vecino si fa tutto il campo palla al piede, scambia con Icardi e, dopo aver evitato l’uscita di Reina, cerca la porta da posizione defilata con un tocco morbido, che viene respinto praticamente sulla linea da Albiol. La partita è intensissima: al 55′ Mertens scappa a Skriniar ma viene fermato da un ottimo recupero di D’Ambrosio e, poco più tardi, Hamsik sfiora il palo con una conclusione sporca dal limite sulla sponda aerea di Callejon. Al 65′ Insigne sfrutta un rimpallo favorevole e lascia partire un destro a giro dal vertice dell’area: tentativo impreciso, rimessa dal fondo. Identico copione dieci minuti dopo ma stavolta la conclusione del numero 24 azzurro esce di poco alla sinistra di Handanovic. L’Inter risponde al 77′ con Joao Mario, subentrato a Borja Valero: il destro improvviso del portoghese non trova la porta di Reina. Handanovic risponde ancora presente al minuto 84, respingendo una violenta conclusione di Zielinski da circa 20 metri, ma soprattutto al 90′: il riflesso dello sloveno è strepitoso nel respingere il tentativo ravvicinato di Mertens, servito con un lancio a scavalcare la difesa. L’arbitro concede tre minuti di recupero, nel corso dei quali il risultato non cambia: Napoli-Inter si chiude sul risultato di 0 a 0.

In virtù di questo pareggio, la squadra di Spalletti si porta a quota 23 punti in classifica e resta così a -2 dai partenopei primi in classifica. Ora subito testa al prossimo impegno: martedì sera a San Siro arriva la Sampdoria di Marco Giampaolo.

NAPOLI-INTER 0-0

NAPOLI: 25 Reina; 23 Hysaj, 26 Koulibaly, 33 Albiol, 31 Ghoulam; 5 Allan (75′ 30 Rog), 8 Jorginho, 17 Hamsik (72′ 20 Zielinski); 7 Callejon, 14 Mertens, 24 Insigne (80′ 37 Ounas)
A disposizione: 1 Rafael, 22 Sepe, 6 Mario Rui, 11 Maggio, 15 Giaccherini, 19 Maksimovic, 21 Chiriches, 42 Diawara
Allenatore: Maurizio Sarri

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 25 Miranda, 55 Nagatomo; 5 Gagliardini, 11 Vecino; 87 Candreva (83′ 7 Cancelo), 20 B. Valero (71′ 10 Joao Mario), 44 Perisic; 9 Icardi (87′ 23 Eder)
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 13 Ranocchia, 17 Karamoh, 21 Santon, 29 Dalbert, 99 Pinamonti
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Miranda (I), Koulibaly (N)

Recupero: 0′ + 3′

Arbitro: Banti
Assistenti: Meli e Manganelli
IV uomo: Irrati
Addetti VAR: Ronchi, Pinzani

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9846 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*