Calcio, Serie D, Albalonga, Paolacci già timbra: “Felice, ma l’importante è che vinca la squadra”

calcio paolacci vsmont (10)

L’Albalonga calcio ha calato il tris. Tris di vittorie consecutive (dopo il k.o. all’esordio col Trastevere), tris di gol al Monterosi e terzo posto in classifica
(a braccetto con lo stesso Trastevere).
Netta l’affermazione dei ragazzi di mister Mariotti contro la forte squadra viterbese, annichilita dal gol di Nohman in apertura, dalla testata vincente di Paolacci in chiusura di prima frazione e dall’inserimento di Falasca sul perfetto assist di Corsetti.

«Una vittoria importante e significativa – dice proprio Marco Paolacci, difensore classe 1984 al suo primo sigillo in maglia azzurra – Abbiamo preparato la gara molto bene e abbiamo avuto un ottimo approccio contro una formazione allestita per stare in alto. Questa vittoria e quella di Nuoro sono importantissime per la nostra autostima anche se la classifica al momento non la guardiamo e anzi siamo già proiettati sul difficile match di domenica prossima a Rieti».

L’Albalonga ha sfiorato il terzo zero consecutivo alla casella dei gol subiti, poi nel finale il rigore di Pippi ha leggermente “macchiato” l’ottima tendenza numerica.
«Nel finale abbiamo rischiato qualcosa, ma la partita non ci è mai sfuggita di mano» rimarca Paolacci che è andato a impreziosire un reparto su cui l’Albalonga fonda il proprio spessore. «Ma il nostro punto di forza deve essere il gruppo: siamo una squadra che sa di dover lottare col coltello tra i denti in tutte le partite ed è importantissimo il contributo di tutti, anche di quelli che entrano a gara in corso e lo fanno in maniera positiva come accaduto col Monterosi».

Il centrale difensivo col vizio del gol non ci ha messo molto a sbloccarci con la maglia dell’Albalonga. «Far gol regala sempre una bellissima emozione – sottolinea Paolacci -, ma la cosa più importante è che vinca la squadra. Obiettivi? Al momento dobbiamo solo pensare a lavorare e a dare il massimo partita dopo partita, alla fine tireremo le somme».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*