MotoGp: a Viñales la pole, a Valentino l’impresa

Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP) firma la pole position al GP d’Aragona. Un sabato da incorniciare per il team ufficiale di Iwata con Valentino Rossi che conquista una stoica prima fila al rientro dall’infortunio. Jorge Lorenzo (Ducati Team) è secondo ed entra di diritto tra i pretendenti alla vittoria finale. La trasformazione in ducatista è avvenuta. Non brilla il compagno di box Andrea Dovizioso e Marc Marquez (Repsol Honda) sbaglia, cade ma è in seconda fila.

Le qualifiche della massima cilindrata vanno in scena su una pista battuta da un caldo sole e le condizioni dell’asfalto sono buone. È Viñales a fare il passo sul finale dopo il dominio della FP4; un 1:47.635s come tempo di riferimento che cancella i fantasmi del primo giorno al MotorLand, mette dietro tutti e infonde fiducia per la vittoria di un GP che aprirebbe più che mai i giochi in campionato, dove ora è terzo. Per il talentuoso di Figueres è la quinta pole della stagione.

Ma è Valentino Rossi il protagonista di un’impresa eccezionale, in linea con la sua leggenda: a 23 giorni dall’infortunio alla gamba destra (rottura della tibia e del perone) torna in pista e non solo partecipa direttamente alla Q2, ma firma il terzo miglior tempo dominando, per alcuni passaggi, anche la tabella crono. Il Dottore è costantemente il miglior nel primo settore.

Davanti a lui Lorenzo, ancora una volta a confermare l’ottima condizione in sella alla Ducati del Team. Per il maiorchino, venerdì secondo nelle libere, una qualifica superlativa ed è la terza prima fila stagionale dopo essere passato dalla Q1.

Marc Marquez prova a dominare la sessione, è veloce ma commette un errore ed è vittima di una caduta alla curva 12 dopo un’altra scivolata in FP4. Il sabato del leader in classifica si chiude con un quinto posto che equivale alla seconda fila della griglia di partenza. Dato quanto messo in pista è tra i candidati alla vittoria.

Mika Kallio è la sorpresa di questo GP. Il finlandese del team Red Bull KTM Factory Racing è rimasto con i primi passando direttamente in Q2. È la migliore moto austriaca ma cade ed solo dodicesimo. Resta il buono fatto fino alle qualifiche e un grande passo della RC16 tra le curve del MotorLand.

Sesto tempo per Dani Pedrosa (Repsol Honda) davanti ad Andrea Dovizioso (Ducati Team) non così competitivo nelle qualifiche aragonesi.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9688 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*