Viterbo, vaccinazioni, Asl nel caos all’inizio dell’anno scolastico

“Era tutto previsto, tutto scritto. La frenesia vaccinale impossessatasi del ministero della Salute si è riversata sulle Asl che vanno avanti senza alcuna programmazione, prive di organizzazione, all’insegna del caos. Le difficoltà sono enormi per gli operatori ma soprattutto, per i cittadini che in alcuni casi, non riescono nemmeno a prenotare gli appuntamenti”.

Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che racconta: “Ci sono arrivate segnalazioni dai residenti di Viterbo e provincia, sull’impossibilità di contattare telefonicamente l’ambulatorio vaccinazioni della Asl nella mattina del 29 agosto, in orario di apertura. Impossibile prendere la linea e nemmeno attraverso il centralino era possibile il collegamento. Che siano stati staccati gli apparecchi? Se fosse appurato sarebbe un grave disservizio, ci auguriamo si faccia presto chiarezza. In realtà, le difficoltà maggiori sono dovute all’impossibilità di avere una anagrafe vaccinale regionale, che consentirebbe un minimo di programmazione e la possibilità di dialogo tra gli operatori delle varie Asl e dei servizi, possibilità a tutt’oggi negata, con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.

Come mai il presidente Zingaretti non commenta questo ennesimo flop?”, si chiede Maritato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*