Juventus, Allegri: «A Genova bisogna vincere»

La Juventus si prepara ad affrontare la seconda gara di campionato, contro quel Genoa che lo scorso anno, a Marassi, chiuse la partita in meno di mezz’ora. La sconfitta non incise sul cammino dei bianconeri, ma il ricordo è ancora fresco e proprio da quello Massimiliano Allegri parte per invitare i suoi uomini ad avere un approccio alla gara diverso rispetto a quello della passata stagione: «A Marassi abbiamo sempre fatto fatica – ricorda il tecnico – Invece, l’anno scorso, per non farla e agevolarci la giornata, abbiamo preso tre gol in 27 minuti… Non dobbiamo farci trovare impreparati questa volta, perché troveremo un Genoa agguerrito, che in casa si trasforma rispetto a quando gioca in trasferta. Domani si deve vincere, per regalarci una sosta di campionato serena».

DIFESA A QUATTRO

Riguardo alla formazione Allegri anticipa solo che «giocheremo con la difesa a quattro, devo ancora decidere se schierare due o tre uomini a centrocampo». La possibilità di variare modulo, a seconda degli interpreti, è in effetti una delle armi in più della Juve di quest’anno: «L’annata è lunga: ci saranno partite in cui giocheremo con due centrocampisti, altre con tre, altre ancora con tre e mezzo. Altre volte potremo schierare la difesa a tre… Non escludo nulla, con questa squadra si può lavorare in molti modi».

MARCHISIO OUT

Sicuramente a Genova non ci sarà Marchisio, costretto a un mese di terapie e di lavoro mirato al rinforzo muscolare, in seguito ad un problema al ginocchio operato nel 2016: «Mi spiace per Claudio – sottolinea Allegri – perché si stava riprendendo e ora invece avrà bisogno di qualche settimana di lavoro differenziato».
Le alternative comunque non mancano e inoltre i nuovi acquisti sono sempre a loro agio: «Douglas Costa si sta integrando, così come Matuidi o Bentancur, un ragazzo molto bravo che credo possa essere la sorpresa del campionato. Anche Bernardeschi e migliorato molto e De Sciglio sta ritrovando sicurezza, perché le qualità certo non le ha perse».

IL GIRONE DI CHAMPIONS

Infine, un pensiero al sorteggio di Champions che ha messo di fronte alla Juventus il Barcellona, l’Olympiakos e lo Sporting Lisbona: «La sfida con il Barcellona sarà bella e affascinante. Giocare la prima lì può essere un vantaggio, perché in caso di vittoria avremmo molte possibilità di passare il turno. La qualificazione comunque passerà dalle trasferte di Atene e Lisbona, dove affronteremo due squadre di livello, che hanno partecipato molte volte alla Champions. Intanto però pensiamo a fare tre punti domani a Genova, del passaggio del turno in Europa parleremo poi…».

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9846 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*