Cirillo, M5S: Bene la riapertura della Funivia ma che essa rappresenti il primo ma non ultimo passo per una Stabia che viva e si arricchisca grazie al turismo naturalistico”

Insieme ai consiglieri Vincenzo Amato e Mara Murino, dal primo momento ci siamo interessati alla vicenda dei ritardi nei lavori per la riapertura della #Funivia del #Faito fino a far convocare in commissione regionale nel mese di luglio un’audizione con il presidente EAV dal quale ottenemmo una approssimativa data del 5 agosto se tutto fosse andato come previsto.

Vedere allora riaperta la funivia dal 26 agosto a stagione quasi finita chiaramente è sintomo che qualcosa non sia andato come previsto MA finalmente la funivia riapre anche se i lavori continueranno anche per eliminare le barriere architettoniche per garantire l’accesso ai disabili, così come fu spiegato in audizione proprio da EAV che però avrebbe anche garantito misure alternative per raggiungere il monte da Vico.

Prendiamo molto positivamente la conferma della fermata del Campania Express a Castellammare, cosa che come M5S abbiamo chiesto per agevolare i turisti a raggiungere Stabia e la Funivia.

Non bisogna fermarsi e servono ora interventi anche per affrontare il problema del dissesto idrogeologico sul Faito e il ripristino della viabilità della strada di Quisisana dopo averla messa in sicurezza.

Noi vogliamo che si punti sul Faito come bellezza e opportunità per la nostra terra ma servono azioni, programmi e investimenti.

Bene la riapertura della Funivia ma che essa rappresenti il primo ma non ultimo passo per una Stabia che viva e si arricchisca grazie al turismo naturalistico.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9896 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*