MotoGp, Viñales: “Se non dovessi vincere io, che lo faccia Rossi”

Nel 2016 Maverick Viñales fece la storia di Suzuki riportando alla vittoria la moto giapponese dopo anni di digiuno. L’impresa ebbe come scenario le curve di Silverstone e il GP di Gran Bretagna segnò in qualche modo la svolta sportiva della promessa catalana. Oggi Viñales è in sella alla M1 del team Movistar Yamana e alla vigilia del GP d’Inghilterra, sulla pista che segnò anche la sua prima vittoria in MotoGP™, commenta l’attesa alla dodicesima prova stagionale.

 

“In generale siamo soddisfatti”, afferma il numero 25, adesso al terzo posto iridato e in corsa per il titolo. “Inoltre l’essere in lotta per il campionato nel mio primo anno in Yamaha credo sia una cosa molto significativa”. Dopo un inizio di stagione da vero dominatore e un primo contatto con la moto di Iwata perfetto, è arrivata qualche difficoltà che ora gli fa pagare in distacco di 24 punti dal leader della classifica generale, il rivalissimo Marc Marquez (Repsol Honda).

“Valentino sta lavorando veramente bene sul nostro prototipo”, prosegue Viñales che con Rossi forma un vero e proprio dream team. “È sempre davanti, in modo che tu possa essere ancora più veloce e migliorare il tuo livello. Una cosa eccezionale per me, ai miei primi passi nella categoria; inoltre, non credo che in Yamaha un pilota non prevalga sull’altro, siamo una grande squadra e se non dovessi vincerlo io il titolo, allora la cosa ideale sarebbe che lo faccia Valentino”.

Viñales parla della prossima gara: “Sono pronto per Silverstone, per me una pista speciale dove ho vinto la mia prima gara in MotoGP™, quindi darò il cento per cento. Nei test a Misano ho trovato un buon feeling, abbiamo lavorato molto e trovato un buon set-up in vista del GP. Mi piace questo tracciato, fatto di curve veloci e chicane, si sposa bene al mio stile di guida”. Termina. “Onestamente, credo che sia uno dei migliori del calendario. Darò il massimo per ripetere il successo dell’anno scorso”.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9880 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*