MotoGp a Silverstone: i numeri della classe regina

· Il 2017 sarà l’ottava stagione che Silverstone ospiterà un GP da quando il campionato è tornato sulla pista nel 2010, dopo 23 anni.

· Il primo GP che si svolse a Silverstone nel 1977 fu anche il primo che ebbe luogo in Inghilterra. Prima di allora si correva il TT dell’Isola di Man. I successi: 500cc – Pat Hennen (Suzuki), 350cc e 250cc – Kork Ballington (Yamaha), 125cc – Pierluigi Conforti (Morbidelli).

· Il GP a Silverstone fu organizzato fino al 1987, dopo si iniziò a correre a Donington Park.

· Kork Ballington e Angel Nieto sono i piloti con più vittorie, tre in sei occasioni.

· Gli unici tre corridori invece che hanno collezionato più di un singolo successo sulla pista britannica da quando è tornata nel MotoGP™ sono Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Maverick Viñales. Lorenzo vinse tre volte nella classe regina: 2010, 2012 e 2013; Marquez una volta 125cc nel 2010 e una in MotoGP™ nel 2014. In fine Viñales che vinse in Moto3™ nel 2012 e nella classe regina la scorsa stagione.

· Il podio di Cal Crutchlow nel 2016 segue l’ultimo di un britannico a Silverstone: Ron Haslam arrivò terzo nel 1984 in 500cc. Mentre l’ultimo di un pilota inglese nella gara di casa è stato il terzo posto di Jeremy McWilliams nella mezzo litro a Donington nel 2000.

· Yamaha ha vinto quattro delle sette gare MotoGP™ a Silverstone. L’ultimo successo è stato quello del Dottore due stagioni fa mentre per Honda due vittorie firmate da Marquez nel 2014 e da Stoner nel 2011.

· L’anno scorso a Silverstone Viñales ha dato a Suzuki la prima vittoria nella classe regina dopo quella di di Chris Vermeulen in Francia nel 2007. Un successo in terre inglese che succede a quello di Franco Uncini del 1982 in 500cc.

· L’unico podio per Ducati risale al 2015 e fu doppio, con il secondo posto di Danilo Petrucci e il terzo di Andrea Dovizioso.

· Per Alvaro Bautista quella inglese sarà la duecentocinquantesima gara.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9846 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*