Tiro con l’arco, Universiadi 2017: Record mondiale per Choi Misun sulle 72 frecce

Prime frecce a Taipei dove sono in svolgimento le Universiadi estive. Arco olimpico e compound dopo le qualifiche sono scesi sulla linea di tiro per i primi scontri individuali. Record mondiale per Choi Misun (Kor) sulle 72 frecce: l’atleta asiatica ha realizzato 687 punti sui 720 disponibili, superando di 1 punto il precedente primato firmato dalla connazionale Ki Bo Bae (686 pt).

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO MASCHILE – Parte bene Massimiliano Mandia diciassettesimo con 656 punti, Matteo Paoletta chiude la qualifica 43esimo con 631 punti mentre Paolo Caruso è 66esimo con il punteggio di 594. Mandia accede ai sedicesimi dove affronterà lo sloveno Den Malavasic Habjan dopo il successo allo shoot off 6-5 (10-7) contro Rok Bizjak. Secondo turno fatale per Paoletta che perde 7-1 contro l’indiano Pravin Jadhav dopo aver battuto 6-0 Alfred Ho (SIN). Si ferma un passo indietro Caruso sconfitto 6-2 dal malese Fareez Muhamad Rosli.

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO FEMMINILE – Nella giornata in cui la sud coreana Choi Misun ha realizzato il nuovo primato mondiale sulle 72 frecce di Ranking Round, superando di 1 punto il precedente record della connazionale Ki Bo Bae (686 pt), con 635 chiude al dodicesimo posto l’azzurra Claudia Mandia. Per l’Italia si qualificano al ventunesimo posto Loredana Spera (625) e ventiseiesima Manuela Mercuri (618). Sarà derby azzurro ai sedicesimi tra Spera e Mandia dopo che le due arciere hanno sconfitto rispettivamente Chloe Loren Balaoing (PHI) 6-2 e Crystal Ya Shi Wong (SIN) 7-3. Avanza anche Mercuri, per lei 6-2 all’indiana Laxmi Devi e prossimo match contro la messicana Alejandra Valencia.

I RISULTATI DEL COMPOUND MASCHILE – Giornata sfortunata per l’Italia del compound. Tra gli uomini 29esimo posto per Viviano Mior con 681 punti, quarantesimo e quarantunesimo per Jacopo Polidori e Gianluca Ruggiero con i punteggi di 670 e 665. A Taipei sono già andati in scena anche i primi scontri diretti con Ruggiero che esce di scena battuto 143-141 dal messicano Adolfo Medina e Jacopo Polidori che passa il turno 141-138 sull’ucraino Roman Hoviadovskyi e se la vedrà ai sedicesimi contro il coreano Ho Sung Hong. Per Viviano Mior, vincente 145-138 sul tedesco Julian Scriba, il prossimo avversario sarà il croato Mario Vavro.

I RISULTATI DEL COMPOUND FEMMINILE – Tra Le donne Isabella Ferrua chiude quarantasettesima la qualifica con 640 punti, mentre Ilaria Spanu e Matilde Pittarelli si assestano in cinquantunesima e cinquantaduesima posizione con i punteggi di 621 e 597. Le tre azzurre escono di scena tutte al primo turno con questi risultati: Ferrua-Diana Tontoeva (RUS) 131-143, Spanu-Yi-Suan Chen 129-138 e Pittarelli-Brenda Merino (MEX) 125-143.

I RISULTATI A SQUADRE – La squadra maschile dell’arco olimpico (Caruso, Paoletta, Mandia) è dodicesima con 1883 punti e affronterà il Kazakhstan (Duzelbayev, Gankin, Mussayev).
Per le donne (Mandia, Spera, Mercuri) arriva il quarto posto con il punteggio di 1878 e scontro con Singapore (Chan, Quah, Wong) agli ottavi. Il mixed team sarà formato dai fratelli Mandia e dopo l’ottavo posto in qualifica al primo turno se la vedrà con la Moldavia (Mirca-Olaru).
Tredicesimo posto con 2016 punti per il terzetto maschile Mior, Ruggiero, Polidori, il loro primo avversario agli scontri diretti sarà la Turchia (Cagiran, Comez, Elmaagacli). 1858 punti garantiscono alla squadra femminile (Ferrua, Pittarellli e Spanu) il dodicesimo posto, agli ottavi di finale per le azzurre l’ostacolo saranno gli Stati Uniti (Bastioni, Blazer, Strachan). Il mixed team Mior-Ferrua non riesce a qualificarsi per gli scontri diretti dopo il diciassettesimo posto in qualifica con 1321 punti.

(Visited 20 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*