Serie A Tim, Crotone-Milan: 0-3

CU-TRO-NE! È la nostra vittoria, è la serata di Patrick. La giovane punta è uno dei principali protagonisti della festa dei rossoneri: si procura il rigore dell’1-0, segna il 2-0 di testa e fa l’assist del 3-0. Dopo lo Shkendija, altri 3 gol segnati dopo nemmeno mezz’ora e altra goleada. Questa volta è il Crotone, allo stadio Scida, a finire ko. Non poteva esserci esordio migliore per la squadra di Mister Montella, impeccabile nell’approccio e spietata in attacco. Partita subito senza storia, con gli avversari in dieci già dal 5′ per l’espulsione di Ceccherini, supremazia netta e 3 punti in classifica per un inizio perfetto di campionato. Le ottime indicazioni arrivano da tutti i reparti: la difesa ancora imbattuta, il primo gol ufficiale di Kessié, la tanta qualità dei singoli. Il Diavolo ha sempre controllato il match, giocando con mentalità offensiva, unione e cinismo. Il prossimo avversario sarà il Cagliari a San Siro, mentre giovedì alle 20.45 è tempo del ritorno del Playoff di Europa League contro lo Shkendija. Bravi ragazzi!

LA CRONACA
Per la prima contro il Crotone, Mister Montella conferma il classico 4-3-3 con Cutrone preferito in avanti ad André Silva. Ed è proprio il numero 63 rossonero a propiziare il vantaggio al 6′: palla dentro di Locatelli per l’inserimento del giovane attaccante che viene messo giù da Ceccherini. Per Mariani è calcio di rigore e, con l’aiuto del VAR, arriva il rosso al difensore rossoblu. Dagli undici metri Kessié è glaciale, per l’1-0. Passano pochi minuti e arriva il raddoppio rossonero. Susofugge sulla sinistra e crossa forte sul primo palo dove arriva come un rapace Patrick Cutrone, che timbra il suo primo centro in Serie A. Sopra di un uomo e con due gol di vantaggio i ragazzi di Montella non abbassano il ritmo, e al 23′ i due protagonisti del 2-0 si scambiano il favore: scarico di Cutrone per il sinistro di Suso che non sbaglia. È 3-0. La gara è virtualmente chiusa e con il passare dei minuti si affievoliscono le speranze dei padroni di casa di rientrare in partita. Nel finale il neo-entrato André Silva sfiora il poker sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma il risultato non cambia.

 

LA DICHIARAZIONE
Cutrone: 
“È una bellissima emozione segnare il primo gol in Serie A. Suso mi ha messo un gran cross, io ho tagliato sul primo palo e ho visto la palla entrare. Dedica? Alla mia famiglia e a chi ha saputo credere in me”.

LA STATISTICA
Patrick Cutrone è il 2° classe ’98 ad aver già segnato e servito assist in stagione nei top-5 campionati europei. Il primo è Pulisic del Borussia Dortmund.

 

 

IL PUNTO
Con questi primi tre punti il Milan rimane agganciato al treno delle “grandi”. I rossoneri, infatti, tengono il passo di Juventus e Napoli (vincitrici sabato), e di Inter e Roma. Quest’ultime si sfideranno nel prossimo turno all’Olimpico.

IL MOMENTO CHIAVE
La gara subisce una svolta inequivocabile in avvio, con il calcio di rigore (trasformato da Kessié) che comporta il cartellino rosso per Ceccherini. In 10, la formazione di casa è costretta a subire la furia (sportiva) dei ragazzi di Mister Montella. Un episodio, questo, che ha cambiato radicalmente la sfida dello Scida.

IL TABELLINO

CROTONE-MILAN 0-3

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Cabrera, Martella; Rohden (10’st Nalini), Barberis, Mandragora, Stoian (26’st Izco); Budimir, Trotta (7′ Dussenne). A disp.: Festa, Viscovo, Ajeti, Sampirisi, Borello, Crociata, Kragl, Suljic, Simy, Tonev. All.: Davide Nicola.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Conti (23’st Abate), Bonucci, Musacchio, Rodriguez; Kessié, Locatelli (33’st Mauri), Calhanoglu; Suso, Cutrone (16’st André Silva), Borini. A disp.: A. Donnarumma, Storari, Antonelli, Calabria, Zapata, Montolivo. All.: Vincenzo Montella.

Arbitro: Maurizio Mariani (Aprilia).
Gol: 6′ rig. Kessié (M), 18′ Cutrone (M), 23′ Suso (M).
Ammoniti: 9′ Cutrone (M), 14’st Locatelli (M), 24’st Bonucci (M).
Note: espulso Ceccherini (C) al 5′ per fallo da ultimo uomo.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9846 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*