Ostia, la Polizia Locale scopre bracieri accesi nella macchia mediterranea

Come sempre intensa è stata l’attività della Polizia Locale nel weekend appena trascorso, e anche stavolta i sequestri sono stati centinaia.
Si è iniziato sabato mattina all’interno del mercato rionale del sabato in piazza Quarto dei Mille, al centro di Ostia, ove sono stati sequestrati numerosi  articoli di abbigliamento e borse con marchio contraffatto.
Successivamente gli interventi si sono spostati nelle spiagge di Ostia centro, dove gli operanti, appartenenti al gruppo “X Mare” hanno sabato e domenica intercettato altri venditori abusivi intenti alla vendita, persone prevalentemente di nazionalità senegalese e bengalese, giunti sul litorale tramite mezzi pubblici: numerosa anche qui la merce contraffatta sequestrata (abbigliamento e borse di varie marche famose), molta occultata in nascondigli all’interno di alcuni stabilimenti balneari.
Durante le ricerche gli agenti hanno ricevuto collaborazione dai gestori, i quali hanno pienamente collaborato per agevolare il recupero delle merci.
L’attività, nei due giorni, è stata fatta anche sulle spiagge di Castel Porziano, ove sono stati fermati anche venditori di pannocchie di mais, vendute a 3 Euro l’una su carrelli maleodoranti e sporchi, con presenza di insetti e in alcuni casi con tracce di feci di topo. Si ricorda che le salse con le quali le pannocchie vengono condite restano ovviamente al sole per tutta la giornata, prive di tracciabilità e senza alcuna garanzia di corretta conservazione.
CENTINAIA DI SEQUESTRI
Sabato sono stati eseguiti 37 sequestri, domenica altri 23: si tratta di merce alimentare e non (abbigliamento, alimentari, giocattoli, cappelli, elettronica).
Sequestrati inoltre 800 litri di bevande (birra, acqua, e bibite varie), contenute in 40 tra zainetti e frigo portatili: tutto è stato portato al comando di via Capo Delle Armi e distrutto; sequestrati inoltre numerosi carrelli, utilizzati x la vendita di pannocchie o bibite, granite ecc.
In totale 60 sequestri, con una stima di oltre 200 mila Euro di mancato guadagno, un business evidentemente lucroso.
Si rinnova l’invito a non acquistare in spiaggia dagli abusivi.
BRACIERI PER CUOCERE PANNOCCHIE DI MAIS, GRAVE PERICOLO Di INCENDI
Sempre sabato pomeriggio gli agenti, insospettiti da del fumo proveniente dall’interno della macchia mediterranea di Castel Porziano, sono intervenuti scoprendo un pericoloso braciere da poco acceso per arrostire pannocchie di mais. I responsabili, alla vista delle pattuglie, si erano presumibilmente allontanati poco prima per confondersi tra i bagnanti.
La successiva perlustrazione della macchia ha permesso di scoprire altri resti di bracieri, con scatole di accendifuoco e resti di pannocchie di mais destinate alla vendita lasciate in contenitori sporchi. Segno dell’abitudine dei venditori di cuocere la merce all’interno della fitta vegetazione di Castel Porziano e di Capocotta fortemente infiammabile e vicinissima, durante il giorno, a centinaia di auto parcheggiate.
Come già fa da tempo, il personale della Polizia Locale pone particolare attenzione alla presenza di fuochi o fumi durante i pattugliamenti in tutta l’area.
L’Attività di contrasto della Polizia Locale all’illegalità diffusa sul litorale proseguirà senza tregua anche nella giornata di Ferragosto.

(Visited 9 times, 1 visits today)

Informazioni su Emanuele Bompadre 10686 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*