Nuoto, Tc New Country Club Frascati, Tavelli: “Campionati italiani? Orgoglioso dei ragazzi”

I “magnifici cinque” del settore nuoto del Tc New Country Club Frascati hanno concluso la loro esperienza alle finali dei campionati italiani estivi organizzati dalla Federazione e tenutisi allo Stadio del Nuoto di Roma. Tre di loro sono stati impegnati esclusivamente nella staffetta 4×100 mista (Veronica Nicolai nel dorso, Sofia Andrea Bellani nel delfino e Martina Di Bisceglia nella rana), mentre Francesca Romana Furfaro (quarta componente della staffetta in cui si è esibita nello stile libero) e Federico Mariotti sono stati protagonisti di numerose prove individuali.
La Furfaro, infatti, ha gareggiato nei 50 e 100 stile, nei 100 e 200 dorso e nei 400 misti, mentre Mariotti si è cimentato su 50 stile, 100 e 200 dorso e 200 misti. «Sono davvero orgoglioso di come si sono comportati tutti i nostri ragazzi – dice il responsabile del settore nuoto Daniele Tavelli – La staffetta ha ottenuto un riscontro cronometrico eccellente, abbassando la miglior prestazione addirittura di sei secondi. Francesca e Federico hanno partecipato rispettivamente a sei e quattro gare e questo la dice lunga sulla loro bellissima stagione». Per la cronaca il miglior risultato lo ha ottenuto la Furfaro sui 200 dorso, in cui ha chiuso al ventesimo posto, ma in generale gli atleti del Tc New Country Club Frascati hanno brillato davvero.
La partecipazione di ben cinque atleti ai campionati italiani ha sublimato una stagione molto positiva per il settore nuoto del Tc New Country Club Frascati. «La cosa più bella, al di là dei risultati, è stato lo spirito di gruppo che si è venuto a creare – specifica Tavelli – Lunedì sera abbiamo fatto una cena di chiusura della stagione e, nonostante il periodo feriale per molti, la grande maggioranza degli atleti ha risposto presente. Questo è un aspetto molto gratificante». Tavelli e il primo collaboratore Davide Cordasco hanno inoltre stabilito un ottimo rapporto anche con il preparatore fisico Francesco Caldara. «Stiamo lavorando da un mese assieme e c’è grande affinità. Dal punto di vista del lavoro fisico e mentale c’è totale sintonia e sono convinto che questo porterà a un miglioramento delle prestazioni dei nostri ragazzi».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*