Moto2: Luthi, prima vittoria stagionale

La pioggia mescola le carte e la gara della categoria mediana a Brno è vinta da Tom Luthi (CarXpert Interwetten) che, dopo la lunga fila di secondi posti, raggiunge il primo successo stagionale. Il successo dello svizzero arriva dopo una prova ridotta e segnata dalla pioggia. Mattia Pasini (Italtrans Racing) protagonista delle qualifiche è costretto al ritiro e Franco Morbidelli, leader iridato del team EG 0,0 Marc VDS, non va più in là della ottava piazza.

Una corsa divisa in due dalla pioggia, quindi, e interrotta dopo otto giri dalla bandiera rossa. ‘Il secondo atto’, quello che conta per la classifica iridata, è solo di sei tornate e inizia con l’ordine della corsa interrotta. Tutti i piloti che hanno montato gomme da pioggia. Nella prima partenza in pole c’era Mattia Pasini per la prima volta alla partenza al palo. Ora il pilota Italtrans è ancora davanti a tutti con al suo fianco Morbidelli e Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo). Per Pasini, protagonista velocissimo sull’asciutto, una caduta dopo pochi giri dal secondo avvio mette fine alle speranze di fare bene in Moravia.

Luthi, invece, parte come un fulmine e si mette davanti a tutti. Dopo poche curve ha già molti metri di vantaggio. Distacco che allunga fino alla bandiera a scacchi per la prima vittoria stagionale dopo i molti podi. Lo svizzero così accorcia la distanza dal leader in campionato, Franco Morbidelli.

Marquez esce fuori dalla grande dalla griglia di partenza e prova a gettarsi all’inseguimento di Luthi. Per il catalano sarà impossibile raggiungere il pilota CarXpert e chiude in piazza d’onore a oltre 4 secondi davanti a Oliveira, già veloce sul bagnato del primo giorno.

Bellissima gara di Luca Marini (Forward Recing). Il giovane pilota VR46 Academy non commette errori e mantiene il passo dei primi. Taglia il traguardo come quarto e segna il suo miglior risultato nella classe facendo passi avanti importanti in campionato. Poi Xavi Virge (Tech 3 Racing), quinto.

Morbidelli, scattato dalla seconda casella, sembra non riuscire a tenere il passo dei piloti davanti. Perde posizioni ed è costretto al duello Simone Corsi (Speed Up Racing), Brad Binder (Red Bull KTM Ajo), Jorge Navarro (Federal Oil Gresini) e Andrea Locatelli (Italtrans Racing). Chiuderà come ottavo alle spalle di Francesco Bagnaia(Sky Racing Team VR46) e Corsi.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9870 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*