Strage Bologna, i familiari: “Traditi da un Governo non all’altezza del proprio ruolo”

Siamo stati traditi da chi doveva stare al nostri fianco. Gli impegni presi non sono stati mantenuti, coloro che ricoprono incarichi di Governo non sono stati all’altezza del loro ruolo“. Lo dice a gran voce, tra gli applausi della piazza, il presidente dell’associazione dei parenti delle vittime del 2 agosto 1980, Paolo Bolognesi, dal palco allestito davanti alla stazione per la commemorazione del 37esimo anniversario della strage.

“In un Paese normale- attacca Bolognesi- che voglia definirsi democratico, il percorso di giustizia e veritàintrapreso dalla nostra associazione avrebbe dovuto essere costantemente sostenuto e agevolato  dalle istituzioni e dallo Stato”. Invece, sferza il presidente, “troppo spesso ciò che avrebbe dovuto costituire una risorsa si è rivelato un ostacolo, a volte persino un nemico da contrastare”.

Minacciando di disertare la cerimonia del 9 maggio scorso, per la giornata della memoria delle vittime del terrorismo, “abbiamo voluto richiamare alle proprie responsabilità di trasparenza e di impegno del Governo- ricorda Bolognesi- perché il rispetto delle istituzioni nei confronti delle vittime di terrorismo e stragi si deve dimostrare concretamente non solo una volta all’anno, con una commemorazione, ma realizzando tutte le promesse fatte e adempiendo comunque al dovere di fare sino in fondo chiarezza”.

Anche i rinnovati impegni da parte del Governo però “non sono stati mantenuti- accusa Bolognesi- siamo stanchi dell’immobilismo e delle mancate risposte. E siamo anche stanchi dell’ambiguità che mostrano troppo spesso gli uomini che sono stati chiamati a presiedere le istituzioni”.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9870 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*