Lavoro, Nicola Morra: “Solo una rivoluzione culturale e sociale potrà salvarci”

Ieri ho partecipato ad un evento in cui ho potuto, per l’ennesima volta, apprezzare il lavoro importante, solido, prezioso, di un nostro portavoce alla Camera, Claudio Cominardi, uno dei due ispiratori del convegno “Lavoro 2025” che a gennaio passato ha fatto comprendere ancor più, se ce ne fosse ancora bisogno, che noi siamo una squadra che lavora non per vincere lo scudetto quest’anno e poi scomparire, bensì per operare una RIVOLUZIONE CULTURALE E SOCIALE, perché solo quella ci potrà salvare.

E le rivoluzioni si fanno predisponendo sensibilità, attivando intelligenze, stimolando anime, risvegliando coscienze.

Claudio, bresciano, di un’umiltà che gli invidio, è la dimostrazione di cosa possa essere un MoVimento rivoluzionario come il nostro: intelligenza critica che lavora con entusiasmo per il progetto, senza farsi irretire dalle tante seduzioni del potere.

Grazie Claudio, grazie a tutti quei portavoce che conosco -ma anche no-, a tutti quegli attivisti che mi danno forza ed energia per lottare offrendo fino all’ultima riserva di energia.

(Visited 6 times, 1 visits today)

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9857 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*