Sonata Islands al TrentinoInJazz il 27 e 28 luglio 2017

Si sdoppia il quartetto guidato da Emilio Galante: giovedì 27 luglio al Col Margherita con Eloisa Manera per Panorama Music, venerdì 28 con il progetto Meet Classic a Pinzolo per Ars Modi. Domenica 30 Oyster a Canazei. Due concerti con Sonata Islands al TrentinoInJazz 2017!

Due giorni all’insegna di Sonata Islands all’edizione 2017 del TrentinoInJazz! Giovedì 27 luglio al Col Margherita per i concerti in alta quota del Panorama Music in Val di Fassa, venerdì 28 a Pinzolo per Ars Modi, l’ensemble guidato da Emilio Galante si fa notare anche nelle date estive della rassegna, ovviamente con due moduli diversi benchè complementari.

Giovedì 27 per il Panorama Music Emilio Galante (flauti), Eloisa Manera(violino), Bianca Fervidi (violoncello) e Davide Tedesco (contrabbasso) compongono il Sonata Islands Quartet: un anomalo organico per flauto e archi che emula il corrispettivo classico togliendo la viola e aggiungendo un contrabbasso, grazie al quale si sentono tracce di rock e jazz. In programma musiche degli anni 2000: una suite da Spasimo, la celebre composizione di Giovanni Sollima dedicata alla chiesa sconsacrata sulle mura dell’antica Palermo; una reinvenzione post-moderna firmata Galante di un song della grande tradizione del musical, May in Paris, ricostruzione di sapore stravinskiano di April in Paris; un Phase quartet della Manera, dove si sente il modello di Steve Reich. Ci sono poi alcune nuove versione di musiche registrate in Sonata Islands goes RIO, disco del 2012 uscito per AltRock, dalla ricca rassegna stampa internazionale. In particolare tre composizioni di Fred Frith: Norrgarden Nyla, Snake eating its tail e Hands of the Juggler. In caso di maltempo il concerto si terrà alle 15.00 presso l’Hotel Arnika a Passo San Pellegrino; concerto gratuito, costo del biglietto per la funivia Col Margherita a carico dei partecipanti.

Venerdì 28 a Pinzolo Sonata Islands si trasforma e incontra il mondo classico: Sonata Islands Meet Classic con Emilio Galante (flauto), Alessandro Bianchini (vibrafono), Stefano Bianchini (contrabbasso), Thom as Samonati (batteria). E’ la terza edizione di GiudiJazz, la rassegna di concerti jazz organizzata da Ars Modi nel territorio delle Valli Giudicarie. A Pinzolo il quartetto proporrà composizioni di Galante ispirate a grandi autori del Novecento storico come Bartok, Debussy e Stravinsky: reinvenzioni imprevedibili  e forse improbabili per un quartetto jazz, come la Sacre o i Trois Nocturnes. Al loro fianco musiche di Chick Corea e Astor Piazzolla, reinventate da Bianchini, che a quel Novecento si sono ispirati, in perenne bilico fra scrittura e improvvisazione. La scelta non è gratuita: Piazzolla studiò composizione a Parigi con Nadia Boulanger, insegnante nel Novecento di tanti Americans in Paris, come Gershwin, Copland e Glass. I timbri combinati di flauto e vibrafono richiamano naturalmente suggestioni latin jazz: da qui la scelta di mettere in programma musiche di Corea, con alcuni arrangiamenti originali. I musicisti del quartetto, grazie alla loro preparazione accademica, sono abituati a confrontarsi con i linguaggi più disparati.

Prossimo appuntamento TIJ 2017: domenica 30 luglio, Oyster (Canazei).

Trentino Jazz:
http://www.trentinojazz.com/
http://www.facebook.com/trenti noinjazz

Trentino Cultura:
https://www.cultura.trentino.i t/Rassegne/TrentinoInJazz-2017

(Visited 6 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*