Tutto pronto per Capo D’Orlando Blues, si parte sabato 22 luglio

Festival dell’interazione culturale
Sabato 22 luglio (e fino al 30 luglio) a Capo D’Orlando (Messina) prende il via la 24^ edizione di uno dei festival blues più longevi d’Europa.
Oltre 100 artisti per 14 concerti in 9 giorni.
Si parte con i live di Mat Pascale and Walking Blues Band, Little Paul Venturi, Simone Scifoni.
Inoltre ci saranno workshop, corsi e laboratori.

Sabato 22 luglio parte la 24^ edizione del Capo d’Orlando Blues, festival dell’interazione culturale: ad inaugurare uno dei festival blues più longevi d’Europa, saranno il giovanissimo chitarrista blues emergente Matt Pascale, il duo blues Little Paul Venturi e Simone Scifoni, che si esibiranno live sul palco allestito in Piazzetta San Gregorio.

Il Festival, che avrà luogo nella cittadina tirrenica in provincia di Messina fino al 30 luglio, ospiterà più di 100 artisti per 14 concerti: durante i 9 giorni previsti, infatti, si alterneranno sul palco il bluesman americano Corey Harris (29 luglio), il polistrumentista e griot africano Baba Sissoko (27 luglio), i quali dell’interazione culturale hanno tratto ispirazione principale per la loro attività, il  musicista/scrittore bolognese Roberto Menabò con il suo libro “Vite affogate nel Blues”, la band americana Blair Crimmins and the Hookers (30 luglio), i folk singer siciliani Marco Corrao con l’armonicista Giuseppe Milici e la Banda Musicale Città di Capo d’Orlando, e Mimì Sterrantino con Gli Accusati, e poi ancora l’Orchestra Giovanile di Librino, la coppia Amanda Tosoni e Andrea Magiari e tanti altri.

Spazio anche a numerose attività collaterali come laboratori, seminari, convegni, mostre, workshop, come quello condotto da Baba Sissoko sui “Tamburi parlanti” che coinvolgerà gli immigrati del progetto SPRAR di Capo d’Orlando (il cui Ente gestore è la Coop.va Servizi Sociali ed Ente proponente il Comune di Capo d’Orlando, entrambi partner del Capo d’Orlando Blues 2014) insieme ai giovani del comprensorio, in perfetta simbiosi con il tema del festival di quest’anno che è quello, appunto, dell’interazione culturale. L’attività si svolgerà dal 24 al 27 luglio con esibizione finale sul palco del Festival Blues in Piazza Matteotti.

Oppure il laboratorio di costruzione delle “Cygar box guitar” con Roberto Matteacci, il liutaio abilissimo ad utilizzare scatole metalliche di sigari o biscotti per costruire chitarre perfettamente funzionanti. Questa attività si svolgerà in Piazza Matteotti dal 25 al 27 luglio dalle 18 alle 20 sempre a partecipazione gratuita.

Stefano Manduzio
Informazioni su Stefano Manduzio 400 Articoli

Surfista, videomaker, speaker e ideatore di Radio Fregene. Tra strumenti musicali, una mano di cera sulla tavola, un rendering sul Mac per preparare un video la sua giornata sembrerebbe piena e caotica, ma che in realtà è gestita dai ritmi della terra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*