Incendi Roma, Pelonzi, PD, alza la polemica con il M5S

“Roma brucia ma quanto sta  accadendo in questi giorni con centinaia di incendi e focolai che interessano tutta la città e la sua area metropolitana non è solo frutto di  mani criminali o della casualità ma anche dell’incuria e della mancata raccolta dei cumuli di rifiuti accantonati lungo la maggior parte delle vie periferiche che attraversano la campagna romana.

 Purtroppo l’occhio distratto della Sindaca e della giunta non si cura di rimuovere la grande quantità di masserizie abbandonate lungo i cigli delle strade della capitale e che costituiscono potenziali inneschi per incendi devastanti. Si tratta di una inadempienza grave cui l’amministrazione capitolina M5S non si può sottrarre. Anche i ritardi nella nomina del responsabile della Protezione civile della capitale   e l’insufficiente, quando non assente, manutenzione del verde sono in questa situazione scelte particolarmente gravi, come il mancato aggiornamento  del Piano di emergenza del Comune alle nuove linee guida regionali, piano che è fermo al 2008. Solo grazie al grande impegno dei vigili del fuoco in queste settimane i danni già gravi sono stati contenuti. Irresponsabilmente l’amministrazione capitolina non ha messo in atto in previsione del caldo quelle azioni di prevenzione necessarie a prevenire quella che di ora in ora si sta trasformando in una pesante catastrofe ambientale”.

 Lo ha dichiarato in una nota il consigliere del PD capitolino  Antongiulio Pelonzi, dopo le dichiarazione della sindaca Virginia Raggi ad Ostia durante l’incendio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*