Crollo Torre Annunziata, un testimone: “Situazione grave in tutta la provincia di Napoli”

Il crollo del palazzo a Torre Annunziata non è un caso isolato. E’ quanto testimoniato da un cittadino, Andrea, residente a Marano di Napoli, intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano” condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano, per denunciare che il problema è comune in tutta l’area della provincia di Napoli.

“Nel mio edificio e in quello di fronte ci sono crepe preoccupanti -ha raccontato Andrea-. Sono intervenuti i pompieri e hanno detto che è tutto apposto. Io non sono un ingegnere, però penso che qualsiasi persona che vede che gli infissi non funzionano e il palazzo ha una crepa sul soffitto, si accorge che qualcosa non va bene. Io sono affittuario, ma i proprietari fanno orecchie da mercanti. Possibilità di prendere un’altra casa non ne ho purtroppo. Fintanto che il palazzo tiene non ci sono problemi per i proprietari. Il problema è quando succede un disastro come a Torre Annunziata. Nessuno denuncia e quei pochi che hanno denunciato, il Comune se n’è lavato le mani.

I pompieri dicono che va tutto bene e il palazzo non è in pericolo. Parecchie abitazioni sono costruite su terreni non edificabili. Quello che è accaduto a Torre Annunziata quasi sicuramente è dovuto al terreno, le vibrazioni del treno con la fragilità del terreno potrebbe aver causato il danno. La gente costruisce su terreni illegali poi ci vanno le persone in affitto e io che sono senza lavoro ho paura anche a denunciare perchè dove vado a vivere poi? Dopo quello che è accaduto a Torre Annunziata se i proprietari non si muoveranno, mi muoverò io per risolvere questa situazione. Penso che non succederà nulla, ognuno se ne lava le mani. Se troveranno i responsabili neanche pagheranno. Speriamo almeno che si salvino i bambini”.

Fonte: Radio Cusano Campus

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*