Online il video di Mothership, l’estratto live della band di Davide Shorty

Lo scorso marzo i Retrospective For Love, capitanati dal siciliano Davide Shorty, si sono esibiti sul palco del leggendario Jazz Cafe di Camden Town (Londra), locale che ha ospitato i concerti di artisti del calibro di D’Angelo, Roy Ayers, The Roots, Jamiroquai, Amy Winehouse.

Per l’occasione la band ha presentato l’album di debutto “Random Activities of a Heart”, uscito lo scorso 10 marzo per l’etichetta inglese Wormfood Records. È online un estratto dal concerto, “Mothership”, (brano prodotto da un altro siciliano, Big Joe) filmato ed editato dal team di Sunnyside Production. Ecco il video:

[su_youtube_advanced url=”https://www.youtube.com/watch?v=X1V_FWkeuNI”]

Un album, a cui hanno collaborato Laïoung (talento nascente della scena trap italiana), Phat Kat (noto rapper di Detroit), Alba Plano, Otty, DUSTY, Nebbïa, Big Joe e Yazmyn Hendrix, che unisce melodie contagiose, armonie e groove influenzati da hip hop, soul e jazz, ed elettronica: “Siamo una richiesta d’aiuto arrivata attraverso il suono di un vinile, il bisogno d’amore e condivisione nell’accezione più pura. – racconta Davide Shorty. – La nostra musica ci rende un’unità, fa vibrare il corpo e ci dà modo di rilassare il viso stropicciato dalla quotidianità. Dovreste provarla, ne abbiamo in abbondanza per tutti. La consigliamo particolarmente a quei cuori che saltellano poco prima di rompersi, in modo da rendere i saltelli una danza riparatoria.”

“Random Activities of a Heart”, acquistabile su https://retrospectiveforlove.bandcamp.com/ , è stato anticipato dal singolo “Let Me Know” feat. Yazmyn Hendrix (che ha anche un B-Side, “The Picture You Show Me”, prodotto dal palermitano Nebbïa).

I Retrospective For Love sono la soul band nata a Londra nel 2012 da un’idea del cantautore, rapper e producer siciliano Davide Shorty (terzo classificato ad X Factor Italia 2015), successivamente affiancato dalla cantante parigina Leslie Phillips e da Alessandro La Barbera (chitarre), Agostino Collura, (basso), Claudio Guarcello (tastiere) e Daniel Bond (batteria). Nella formazione che ha collaborato all’album troviamo invece Giacomo Braghi (batteria), Gabriele “GaBa” Scalici (tastiere) ed Hanno Rigger (tromba). Vicini al suono di D’Angelo, si sono lasciati contaminare dall’organicità del suono dei Roots e dallo spirito sperimentale di Robert Glasper, i Retrospective For Love portano l’energia delle loro influenze verso nuove direzioni. Le loro liriche sono dense di significato e dipingono nel modo più sincero le attività del cuore umano, rapportato a se stesso ed agli altri, nel bene e nel male, nella chiarezza e nella confusione. Nel loro quartier generale a North West London, la band londinese hanno coniato un suono unico che racchiude prepotentemente la personalità di ogni musicista che lo compone. I Retrospective For Love hanno debuttato discograficamente nel 2014 con il loro omonimo EP ed hanno aperto i concerti di uno dei pionieri del neo soul Bilal, e delle promesse internazionali José James, Jordan Rakei, Low Leaf e Quantic. Inoltre hanno partecipato a festival di prestigio come il Soundwave Croatia (Tisno), l’Hockley Hustle (Nottingham), il Valley Fest (Bristol) ed il Pas De Trai (San Fratello, Sicilia), Soundcrash Funk & Soul Weekender.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*