Moto2: Morbidelli è re di Sassonia

Franco Morbidelli (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) firma la sesta vittoria stagionale sull’impegnativo circuito del Sachsenring. Escono di scena il compagno di box Alex Marquez e Tom Luthi (CarXpert Intewetten) ma, nel ruolo di anti leader della classe, si cala Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo). Acceso è il duello per il terzo posto tra Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) e Simone Corsi, con il rookie che ha la meglio sul pilota Speed Up.

La gara della Moto2™ si svolge su asfalto completamente asciutto ma pesanti nubi scure incombono sulla pista sassone. Non pioverà. Il leader della classifica iridata parte dalla pole, al suo fianco Marquez e Sandro Cortese (Dynavolt Intact GP), in prima fila davanti al suo pubblico; Luthi è più attardato in terza fila. Gomme medie ed extra dure per quasi tutti. Da registrare la defezione di Luca Marini (Forward Racing) che, accusando i postumi dell’incidente a Le Mans, non prede parte alla nona prova stagionale.

Morbidelli parte molto veloce ma alla prima curva il collega di scuderia ha la meglio. Resta in terza posizione per poi superare il pilota di Cervera e tornare secondo. Ma la lotta interna al team Estrella non è finita e Morbidelli torna davanti. La caduta di Marquez alla curva 12 e poi quella di Luthi sembrano far volgere la gara verso un facile successo per il numero 21. Ma non è così e alla fine l’italiano deve difendersi dagli attacchi del rimontante Oliveira. Dopo aver perso il primato torna in testa con un sorpasso all’ultimo giro e vince.

Oliveira ha iniziato la sua gara dalla sesta casella; grazie anche alle cadute di Marquez e Luthi, a meno dieci giri dal termine è in scia a Morbidelli. La lotta tra i due, che hanno fatto il vuoto su Corsi, è il tema del finale. Il portoghese vuole avvantaggiarsi in campionato dove è quarto e dopo l’uscita di scena dei piloti davanti a lui prova a vincere. A meno due giri dalla fine, alla curva 12, attacca Morbidelli che risponde il passaggio successivo. Oliveira tenta un disperato tentativo di secondo sorpasso in uscita dell’ultima curva ma la Kalex azzurra taglia il traguardo davanti. Per Oliveira la soddisfazione del terzo podio e del progresso in campionato.

Simone Corsi (Speed Up Racing), partito al centro della terza fila, recupera fino a raggiungere la quinta posizione. Al nono giro ha la meglio su Sandro Cortese e strappa al tedesco, che sarà ottavo finale, il quarto posto. Per Corsi una gara in grande ascesa e, grazie alla caduta di Luthi, arriva ad occupare il terzo posto. Ma il romano ha non ha fatto i conti con Pecco Bagnaia, migliore della sessione mattutina. Il giovane esordiente ha iniziato la sua gara dalla quarta fila e, al primo giro, è quinto. Perde qualche posizione ma rimonta e a meno due tornate dal termine lotta con Corsi per il podio. I due si supereranno un paio di volte e Pecco chiude davanti conquistando il suo terzo arrivo del 2017 nelle posizioni che contano.

Dietro i due, Mattia Pasini (Italtrans Racing Team), quinto alle spalle di Jorge Navarro, rookie del team Federal Oil Gresini al suo miglior resultato stagionale. Per il Pasini arriva anche una sanzione e gli viene tolto il secondo posto della gara a Montmeló.

Caduta per Andrea Locatelli (Italtrans Racing) alla curva 12. Il giovane rookie bergamasco aveva iniziato la domenica con un ottimo warm up. Allo stesso punto mette termine al suo fine settimana da protagonista anche Hector Garzo, scuderia Tech 3 e sabato tra i più veloci

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9676 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*