Ostia, CasaPound e residenti contestano la delegata M5S Di Pillo, costretta ad andare via scortata

Momenti di tensione sotto al Municipio di Ostia, quando la delegata del M5S Giuliana Di Pillo è uscita dal palazzo di via Claudio ed è stata contestata dalle famiglie italiane che da 8 giorni sono accampate all’ingresso sostenute da CasaPound. Alle accuse dei residenti e di Luca Marsella, prossimo candidato al X Municipio di CasaPound, la delegata non ha risposto ed è stata scortata fino al suo mezzo dalle forze dell’ordine. “Abbiamo espresso la nostra rabbia ma è stata una contestazione pacifica – spiega Marsella – ed è assurdo che la Di Pillo sia rimasta in silenzio ed abbia anche riso in faccia alle famiglie che chiedevano soltanto un incontro da 8 giorni. Questo è il vero volto del M5S, i grillini sappiano però che i cittadini di Ostia sono stanchi di essere presi in giro e saranno sempre pronti a sbattergli in faccia – ha concluso Marsella – le loro responsabilità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*