Regione Lazio, Unione Inquilini: “Scompare le quote per l’edilizia sociale dell’ex Piano Casa”

La discussione sulla legge “rigenerazione urbana” (ex piano casa) della Regione Lazio riprenderà questa settimana. Durante la seduta dei giorni scorsi il Consigliere Devid Porrello (M5S), appoggiato da parte della maggioranza, con il Consigliere   Gino de Paolis (MdP),   ha posto all’attenzione dell’aula la scomparsa delle quote minime da destinare all’edilizia sociale.
In una prima bozza vi era scritto che, a fronte di una volumetria aggiuntiva, in caso di ricostruzione di immobili, vi era l’obbligo di fare il 20% di edilizia sociale. Percentuale scomparsa però in sede di Commissione. Il Consigliere Devid Porrello ha chiesto di reinserire quest’obbligo, che ci sembra necessario nella Regione Lazio dove
l’emergenza abitativa rimane tra le più urgenti, trovando però l’opposizione di Michele Civita assessore Politiche del territorio.
Con l’attuale dizione i comuni sono liberi di definire la percentuale di alloggi per l’edilizia residenziale sociale, percentuale che però sarà possibile riportare a zero preferendo magari destinare le risorse ad altre finalità sociali. Guido Lanciano segretario di Roma e provincia: “Ci aspettiamo maggiore responsabilità da parte della Regione Lazio. I territori e i suoi cittadini soffrono il problema della casa. Per questo ci auguriamo che gli strumenti per l’incremento dell’edilizia residenziale sociale e pubblica, già esigua nonostante il crescente fabbisogno, vengano ripristinati.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*