Presentato “Francesco. Il papa americano” di Silvina Pérez e Lucetta Scaraffia

La sala degli Atti Parlamentari del Senato ha ospitato oggi la presentazione del libro “Francesco il papa americano” realizzato in tiratura limitata e numerata in 1425 esemplari da UTET Grandi Opere del Gruppo  Cose Belle d’Italia a firma FMR  e scritto da Silvina Pérez, che guida l’edizione spagnola dell’Osservatore Romano, e da Lucetta Scaraffia, docente di storia contemporanea alla Sapienza che dirige il mensile “donne chiesa mondo” del giornale della Santa Sede. “L’opera è un omaggio al Papa che ha compiuto 80 anni ed è al quinto anno di pontificato – ha spiegato Marco Castelluzzo presidente e amministratore delegato di Utet Grandi Opere, nel suo saluto introduttivo”. “Quando ho sentito di un nuovo libro sul papa ho pensato: non rischiamo la ‘papolatria’, il culto della personalità del Pontefice?  Questo libro non cade in questo tranello, è ben documentato e avvincente  – ha detto nel suo intervento l’Arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, che ha aggiunto – “io penso che questo papa ha toccato il cuore di tanta gente lontana dalla chiesa, la forza di Francesco è la sua spontaneità, il suo entusiasmo che aiuta a vivere il Vangelo senza tanti fronzoli, presentarlo in maniera fresca è stato importante. Sono stati quattro anni in cui con il suo sorriso, i suoi gesti spontanei, le sue parole profonde e semplici ha parlato al cuore di moltissime persone e ha cambiato il modo di percepire la Chiesa”. Per Luigi Zanda, capogruppo al Senato del Pd  “il Papa non asseconda mai i media, non blandisce la pubblica opinione, parla come se stesse parlando con i suoi amici. Lui ha un linguaggio aperto e in un tempo di equivoci e in un periodo di equivoci come questo piace molto, lui indirizza con umanità la Chiesa”. Per Silvina Pèrez in questo libro un grandissimo artista plastico, Giuliano Vangi, anche lui colpito dal ciclone papa francesco, ha saputo tradurre e regalarci i suoi sguardi sulle cose, sulle persone, sugli atti, e sulla misericordia. Francesco è un papa amato e che piace, anche perché è un papa che arriva, perché dice quello che fa e fa quello che dice”. “Francesco, il papa americano perché è il papa che viene dall’altra parte del mondo, che vede il mondo da un altro punto di vista, cosa che stupisce continuamente noi europei che veniamo  siamo sottoposti continuamente a una rivoluzione culturale, e ne avevamo molto bisogno” ha spiegato Lucetta Scaraffia. Ha partecipato alla presentazione anche Luciano Violante, presidente emerito della Camera dei Deputati. Presenti anche Gianni Letta già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e Giovanni Maria Vian, direttore dell’Osservatore Romano.

Il prestigioso volume, la cui prefazione è curata da Giovanni Maria Vian, Direttore dell’Osservatore Romano, ha le caratteristiche di un libro da collezione di grande formato (cm 32,5 x 45) che sfida il tempo e sposa la bellezza e contiene anche il testo integrale dei tre principali documenti di papa Bergoglio: l’esortazione apostolica Evangelii gaudium, l’enciclica Laudato si’ e l’esortazione apostolica Amoris laetitia. Tre documenti importanti, che testimoniano l’impatto innovativo del pensiero di Francesco, potente e pragmatico, intriso di spiritualità e umanità, che non cerca di cambiare la dottrina, ma indica un nuovo modo per interpretarla. Sulla copertina è collocata un’opera raffigurante un affettuoso gesto del papa eseguita dal pittore e scultore Giuliano Vangi e realizzata presso la Stamperia d’Arte di Luigi Berardinelli in Verona. All’interno del volume, i bellissimi disegni del maestro Vangi accompagnano il lettore alla scoperta di Papa Francesco, questa volta raccontato attraverso un punto di vista nuovo, originale e riflessivo, quello di due donne che da tempo ne seguono con attenzione il pensiero e le scelte. Ne risulta una narrazione dal ritmo quasi cinematografico che ripercorre la vita di Bergoglio per poi giungere a un’analisi intelligente e approfondita del suo pontificato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*