Mare Sicuro 2017, operazioni più incisive della capitaneria per garantire la sicurezza

Il 17 giugno 2017 si è tenuta presso la Capitaneria di Porto di Roma – Fiumicino una conferenza stampa di inizio attività riguardante l’imminente operazione “Mare Sicuro” 2017, che prenderà il via il 17 giugno ed avrà termine il 17 settembre p.v.

Alla conferenza stampa, presieduta dal Comandante della Capitaneria di Porto di Roma – Fiumicino Capitano di Vascello (CP) Fabrizio RATTO VAQUER, hanno partecipato altresì i titolari degli uffici dipendenti di Anzio, Torvajanica, Fregene ed Ostia.

Nel corso della conferenza stampa sono state illustrate le finalità e gli obiettivi che l’operazione si prefigge, quali garantire in maniera ancor più incisiva l’ordinato svolgimento delle attività in mare ed a terra (balneazione, diporto, pesca, ecc), attuate anche mediante un’azione sinergica e coordinata tra i militari della Capitaneria di Porto di Roma e le forze di polizia che operano sulla costa.

Le attività, saranno pianificate a livello regionale dal Reparto Operativo della Direzione Marittima del Lazio, e vedranno il dispiegamento di tutti i mezzi navali e terrestri dei Comandi Guardia Costiera regionali, impegnati con modalità e procedure adeguate alle linee guida ministeriali che annualmente determinano gli obiettivi ed i risultati da conseguire.

Altrettanto alta verrà mantenuta la guardia sulla tutela ambientale attraverso l’impiego di dedicati nuclei e mirate strategie di monitoraggio; la protezione e la valorizzazione del patrimonio comune “mare” è un punto nevralgico strettamente interconnesso alla balneazione e pertanto sarà soggetto a costante controllo con particolare riferimento alle aree di pregio come l’Area Marina protetta delle secche di Tor Paterno, ove per tutta la stagione estiva verranno effettuate missioni di vigilanza con le locali motovedette.

Le risorse impiegate dalla Guardia Costiera di Roma saranno di circa 80 uomini e numero 13 mezzi navali tra motovedette e gommoni che opereranno in maniera congiunta (terra-mare) negli orari di balneazione dalle 09 alle 19 con particolare riferimento ai giorni di maggior afflusso di bagnanti sugli arenili (festivi e week end).

La stagione balneare già iniziata diventerà effettiva a partire dai primi giorni di luglio in cui tutti gli stabilimenti dovranno aprire e così anche i diversi concessionari. Sono già iniziati i tirocini per gli aspiranti assistenti bagnanti dell’Istituto Nautico che si affiancano ai bagnini del X Municipio. A breve, finite le lezioni in classe, insegnanti e studenti dell’Istituto Nautico potranno riprendere le esercitazioni marinaresche e sportive sulla spiaggia in consegna, nell’ambito del progetto alternanza scuola lavoro in collaborazione con la Commissione Prefettizia del X Municipio, affiancando la loro presenza a quella dei cani di salvataggio della SICS.

 Si ricorda con l’occasione l’obbligo ai concessionari demaniali di esporre l’ordinanza balneare, di apporre i cartelli numerati in corrispondenza delle postazioni di salvataggio – lato mare e in corrispondenza dell’accesso più vicino alla spiaggia.

Tra i sistemi di salvataggio supplementari facoltativi, l’ordinanza balneare prevede da alcuni anni il SUP e, da quest’anno, anche il drone bagnino, che potrà essere adottato dagli stabilimenti e, soprattutto, dai Comuni per le spiagge libere più estese o in presenza di scogliere.

Si rammenta, inoltre, che è attivo H24 il numero di emergenza in mare 1530, la cui importante novità sta nell’instradamento diretto della chiamata, proveniente da apparato fisso e mobile, direttamente al presidio di soccorso marittimo della Guardia Costiera competente per territorio (nel nostro caso le province marittime di Roma e Rieti), che materialmente dispone l’intervento della motovedetta. Tale innovazione tecnologica consente di accorciare notevolmente i tempi di trattazione dell’emergenza e d’intervento del  mezzo navale di soccorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*