Casa, Mazzillo: “Avviato confronto con Ater Roma per nuova fase politiche abitative”

“È necessario dare ulteriore impulso al confronto avviato con Ater Roma, al fine di inaugurare una nuova fase per le politiche abitative nella Capitale. La scelta della sindaca Virginia Raggi, di collegare la delega sulle questioni dell’assistenza alloggiativa a quella al Bilancio e Patrimonio, corrisponde all’esigenza di puntare su un utilizzo più efficiente delle risorse destinate a un tema così complesso e delicato. Per affrontarlo occorre dunque mettere a sistema tutte le responsabilità e competenze che, a vario titolo, riguardano l’‘emergenza casa’ nella città di Roma”.

È quanto dichiara l’assessore al Bilancio, Patrimonio e Politiche abitative di Roma Capitale, Andrea Mazzillo.

“Con l’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale si è già svolto un proficuo dialogo sulla riqualificazione di Corviale – aggiunge Mazzillo – e si sta discutendo l’ipotesi di un protocollo di intesa che affronti alcuni nodi fondamentali: l’efficientamento delle procedure di assegnazione degli alloggi popolari, il potenziamento delle attività di manutenzione, la ridefinizione degli standard abitativi per adeguarli alle mutate esigenze sociali, l’accelerazione delle procedure di alienazione”.

“Sappiamo che Ater attraversa un periodo non semplice – continua l’assessore – a causa della questione irrisolta riguardante la compensazione delle posizioni creditorie e debitorie nei confronti di Roma Capitale, richiesta dall’Azienda regionale. Ma la quasi totalità di tali crediti e debiti afferiscono alla Gestione commissariale del Governo per il debito pregresso del Comune di Roma, in quanto si tratta di obbligazioni sorte prima del 28 aprile 2008. Il nostro impegno è quello di favorire un’interlocuzione con il commissario straordinario del debito – conclude Mazzillo – e invitiamo anche la Regione Lazio a mettere in campo tutte le azioni necessarie a scongiurare i rischi di tenuta finanziaria dell’ente sottoposto al suo controllo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*