Infernetto, CasaPound: “Rissa al centro d’accoglienza, dove sono i profughi?”

rissa

“Per la rissa all’infernetto degli abitanti del centro d’accoglienza di via Porrino sono finiti in manette due senegalesi e due nigeriani di oltre 30 anni. Come sempre uomini adulti che non scappano da nessuna guerra: vogliamo sapere quante donne e bambini e quanti siriani siano effettivamente residenti nel centro di via Porrino perché quello che da sempre ci segnalano i cittadini è che non ci siano e che ci troviamo davanti all’ennesima truffa con finti profughi che vanno soltanto ad alimentare il business dell’immigrazione. Da tempo chiediamo la chiusura dei centri di via Porrino e di via Salorno gestiti ancora oggi da cooperative legate a Mafia Capitale senza nessuna chiarezza e nel silenzio dell’amministrazione del M5S che ha continuato la strada tracciata dal Pd. Siamo pronti nuovamente a scendere in piazza con i residenti”. Così in una nota Luca Marsella, responsabile romano di CasaPound nel X Municipio ha commentato la rissa degli immigrati del centro di via Porrino nel quartiere di Roma dell’Infernetto.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10778 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*