Il Consiglio ha approvato la delibera con gli indirizzi alle partecipate su organizzazione e retribuzioni



La delibera sugli indirizzi alle partecipate sull’organizzazione e le politiche retributive è stata approvata a maggioranza ed il Consiglio che è passato subito dopo all’esame e all’approvazione di una seconda delibera, proposta dall’assessore al Bilancio Palma, per la rettifica dell’oggetto e della motivazione della deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 30/09/2016 riguardante la rimodulazione del piano di riequilibrio del Comune. Subito dopo la seduta è stata sciolta.

Dopo una breve replica dei due assessori proponenti, il consigliere Rinaldi ha illustrato la mozione di accompagnamento da lui firmata insieme al consigliere Andreozzi, che prevede l’avvio di un monitoraggio degli emolumenti percepiti da dirigenti, quadri e impiegati delle partecipate e che laddove i soggetti indicati in delibera ravvisino “la possibilità che tali interventi violino, contrattazione collettiva e/o contratti individuali tali da vedere l’azienda coinvolta in contenziosi innanzi all’autorità giudiziaria” siano comunicati all’amministrazione ed al nucleo direzionale competente gli eventuali rischi, chiede di considerare la sentenza numero 33/17 della Corte dei Conti quale supporto interpretativo delle norme in vigore e di sottoporre al Consiglio, dopo sei mesi, una informativa sulla ricognizione del Nucleo Direzionale. Sono seguiti gli interventi dei consiglieri Lanzotti, Palmieri e Coppeto. La mozione è stata approvata all’unanimità.

La consigliera Menna (Movimento 5 Stelle) ha poi illustrato i cinque emendamenti a sua firma, dei quali due hanno ottenuto il voto all’unanimità dell’Aula, due sono stati respinti e uno è stato ritirato.
Dopo le dichiarazioni di voto dei consiglieri, Arienzo (Partito Democratico) e Lanzotti (Forza Italia) per l’astensione, e di Menna (Movimento 5 Stelle) a favore della delibera, la stessa è stata approvata a maggioranza con l’astensione dei gruppi di Forza Italia e Partito Democratico e del consigliere Nonno (Misto-Fratelli d’Italia).

Dopo l’approvazione della delibera sugli indirizzi alle partecipate sull’organizzazione e le politiche retributive, il Consiglio è passato all’esame della seconda delibera proposta e illustrata dall’assessore al Bilancio Palma (n. 177 del 7/04/2017) nata dalla necessità, ha spiegato l’assessore Palma, di richiamare nell’oggetto e nelle motivazioni della delibera con cui il Consiglio ha approvato la rimodulazione del Piano di Riequilibrio il comma 714bis dell’articolo 1 della legge di stabilità 2016, che non era stato non esplicitamente citato.
Dopo l’intervento del consigliere Moretto (Prima Napoli) la delibera è stata approvata a maggioranza con l’astensione dello stesso Moretto.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 13001 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.