L’arte racchiusa in un libro

Storici dell’arte, docenti, rappresentanti di importanti Istituzioni culturali italiane e straniere 

raccontano il suggestivo e fondamentale intreccio tra arte, musei ed editoria.

Le grandi istituzioni museali svolgono non da oggi – accanto alle tradizionali funzioni di conservazione del patrimonio storico-artistico

 ed alla relativamente più recente attività di valorizzazione e di rapporto con il pubblico – un importantissimo lavoro di studio, di ricerca e di editoria 

spesso condotto da dipartimenti appositamente istituiti.

L’oggetto di tale attività è la documentazione delle attività espositive, la sempre più capillare conoscenza delle collezioni possedute,

delle diverse opere conservate e degli artisti che furono protagonisti della loro realizzazione e sovente indaga i patrimoni tenuti nei depositi, spesso di alto interesse scientifico e documentario.

Ancora, parte delle pubblicazioni costantemente editate riguardano le modalità didattiche e di approccio al corpus espositivo, le tecniche e le modalità espositive,

le relazioni storiche che legano scuole di pensiero, correnti artistiche, singoli autori e così via.

In questo quadro ricopre inoltre un importantissimo ruolo la ricerca applicata al restauro che ha prodotto varie importanti scuole internazionali 

costantemente in rapporto e conseguentemente una ricca produzione documentaria.

La giornata di lavoro presso Palazzo Reale di Torino, nell’ambito del Salone del Libro di Torino del 2017  promossa dalla Regione Piemonte

in collaborazione con la “Fondazione per il libro, la musica e la cultura”, i Musei Reali di Torino ed Ermitage Italia eorganizzata da Villaggio Globale International –  

è dedicata alle tematiche sopra enunciate ed intende fare luce su questa vastissima letteratura e conseguentemente sull’editoria frutto di questa attività museale spesso poco nota,

 ovviando alla scarsità di occasioni in cui questi specifici e significativi campi sono stati pubblicamente esaminati.

 
****

Dopo i saluti di Antonella Parigi Assessore alla Cultura della Regione Piemonte e di Enrica Pagella Direttore dei Musei Reali di Torino,

 ai lavori parteciperanno i direttori dei Dipartimenti di editoria di importanti musei internazionali quali Suzanne Bogman del Van Gogh Museum di Amsterdam 

o Yelena Zvyagintseva del Museo Ermitage di San Pietroburgo o italiani, come Laura Ronzon del Museo della Scienza di Milano.

Oltre alla partecipazione di storici d’arte e critici come Claudio Strinati e Stefano Zuffi,

daranno il loro contributo direttori di museo come Paolo Giulierini, Direttore del Museo Nazionale Archeologico di Napoli, 

Enrica Pagella, Direttore dei Musei Reali di Torino e Guido Curto, Direttore di Palazzo Madama

ed ex-direttori come Ladislav Daniel della Narodni Galerie di Praga ed Eduard Carbonel già Direttore del Museu Nacional d’Art de Catalunja.

****

Successivamente, si avrà – presso il Salone del Libro al Lingotto alle ore 17.30 alla sala Incontri

 un confronto con il pubblico nel corso del quale saranno presentate le risultanze del dibattito tenutosi a Palazzo Reale nel corso della giornata.

Il dibattito vedrà la presenza di Maurizio Cecconi, AD di Villaggio Globale International, di Suzanne Bogman e di Yelena Zvyagintseva

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 10107 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*