Roma, prosegue l’iter piani riforma impianti pubblicitari. Assicurato percorso trasparente e condiviso

BRESCIA 20090824 -CRO-EDICOLA DI VIA MALTA Coperta dai Cartelloni pubblicitari . - Fotogramma/Brescia - BRESCIA 20090824 -CRO-EDICOLA DI VIA MALTA Coperta dai Cartelloni pubblicitari . Fotogramma/Brescia Fotogramma/Brescia - fotografo: Fotogramma/Brescia

 

L’iter per l’approvazione dei Piani di localizzazione degli impianti pubblicitari prosegue. Con il via libera da parte dell’Assemblea Capitolina dei nuovi termini previsti procederemo a trasmettere la proposta di delibera ai Municipi, dopo di che saremo pronti per portare in Giunta il provvedimento”. Lo dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni. 

Nel rispetto del principio di trasparenza e di confronto che abbiamo voluto assicurare in questi mesi per approdare a una stesura tecnica finale ineccepibile, si stanno valutando le osservazioni contenute in uno studio universitario presentato durante il Convegno “Roma. La comunicazione esterna: quale futuro?”. All’esito di questi incontri le strutture tecniche competenti  verificheranno se vi siano elementi per eventuali modifiche migliorative alla redazione materiale dei piani” continua.

L’iter di approvazione dei piani continua, quindi, come previsto. Entro i primi giorni di giugno gli uffici del Dipartimento Sviluppo economico insieme all’Assessorato concluderanno l’esame tecnico della proposta di delibera dei Piani di localizzazione dei mezzi e degli impianti pubblicitari (Pialmip). Successivamente, con il recepimento dei pareri municipali, la Giunta approverà definitivamente i Piani e potrà dare luogo alla redazione dei bandi per l’assegnazione dei circuiti” prosegue.

Grazie a questa riforma saranno garantiti maggior decoro e anche maggiori entrate per le casse comunali, a fronte di una riduzione dell’esposizione pubblicitaria: si passerà dai 138mila mq attuali a circa 62mila mq totali.  

Il nostro lavoro sta proseguendo anche con la rimozione degli impianti pubblicitari abusivi. Sono 1.277 i cartelloni pubblicitari non in regola già rimossi. Un lavoro fondamentale per la sicurezza e il decoro del territorio”, conclude.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*