Il tracciato di Imola è un appuntamento storico per il WorldSBK, date un’occhiata ad alcuni dei numeri impressionanti

500 – L’anno scorso la Gran Bretagna è diventato il primo paese con più di 500 podi dopo Gara1. Il livello è ora a 560.
236 – Tom Sykes ha raccolto 236 punti a Imola, un record per questa pista. Il suo compagno di squadra Rea è a quota 222.
219 & 220 – Gara 2 a Imola sarà la 220esima partenza per Tom Sykes nel WorldSBK, il 190esimo per Kawasaki. Nessun altro pilota nella storia del WorldSBK ha corso tanto con un unico produttore (Haga segue con 181 gare per Yamaha). In Gara 1 raggiungerà il numero di partenze di Carl Fogarty, 219, per il quinto posto di tutti i tempi (record di tutti i tempi Troy Corser: 377).
201 – La prossima gara di Jonathan Rea sarà la sua 201esima: entrerà nella classifica dei primi 10 posti, con il campione del mondo James Toseland.
94 – Se Jonathan Rea sarà il leader per più di sei giri nel prossimo fine settimana, sarà il primo pilota ad aver dominato più di 100 giri su questa pista.
23 – 23 vittorie su 27 a Imola sono iniziate dalla prima fila della griglia di partenza, l’85% del totale. Questo valore sarà messo alla prova con il nuovo regolamento per Gara 2.
12 – Finora Imola ha avuto dodici diversi poleman su 14 week end. L’unico pilota che ha segnato più di una pole è Tom Sykes, (3).
12 – Le ultime 12 gare a Imola sono state sempre vinte da piloti in prima fila della griglia: la prima risale al 2011, Gara 1.
9 – Tom Sykes ha il record per i podi conquistati a Imola, nove, e potrebbe aumentare il numero questo fine settimana. Il suo compagno di squadra è a quota 8.
9 – Carlos Checa è il pilota che ha vinto la gara partendo dal posto più lontano in griglia: nel 2010 ha ottenuto una doppietta scattando dalla nona casella..
8 – Tom Sykes è stato il leader di non meno di otto gare qui: ha dominato almeno un giro dal 2010 al 2013, e poi nel 2015 in Gara1.
8 – Le ultime otto gare che si sono tenute qui sono state vinte da piloti britannici (Sykes, Rea, Davies): un record straordinario per un solo paese a Imola. In questa speciale classifica segue la Spagna con 3, tutte di Carlos Checa, da Gara2 del 2011 a Gara2 del 2012.
7 – Sei anni fa Tom Sykes ha conquistato la sua prima pole position a Imola, ne hanno seguite 38 che l’hanno fatto diventare il secondo pilota di tutti i tempi dietro a Troy Corser (43).
7 – Nelle ultime sette gare tenute a Imola i leader sono sempre stati di un’unica squadra: la serie è cominciata nel 2013 in Gara2 con Sykes in Kawasaki; nel 2014 Jonathan Rea ha dominato entrambe le corse dall’inizio alla fine per Honda; nel 2015 gli unici leader sono stati i piloti Kawasaki Rea e Sykes; l’anno scorso l’unica moto davanti era la Ducati di Chaz Davies.
6 – Tom Sykes detiene il record per il maggior numero di prime file ottenute qui: sei.
5 – È il più alto numero di vittorie a Imola, ottenuto da Carlos Checa e Jonathan Rea.
4 – La pole è stata deciso per meno di un decimo di secondo ben quattro volte a Imola: l’ultima volta nel 2015, quando Davide Giugliano e Tom Sykes sono stati separati da 0,084 secondi.
3 – Solo tre piloti attualmente in classifica hanno dominato una gara del WorldSBK a Imola; Tom Sykes (8 volte), Jonathan Rea (6 volte) e Chaz Davies, che ha guidato tutti i giri in entrambe le gare l’anno scorso.
3 – Le ultime tre corse disputate qui sono state dominate solo da un pilota: Rea è stato l’unico leader in Gara2 del 2015, mentre Davies lo è stato in entrambe le manche l’anno scorso.
1 – Jonathan Rea è stato l’unico pilota in grado di ottenere quattro vittorie consecutive a Imola, con una doppietta nel 2014 e una nel 2015 per due produttori diversi: Honda e Kawasaki. Il nord-irlandese ha anche potuto rompere il dominio di Carlos Checa nel 2010-2012, vincendo Gara 1, nel 2011: tutte le altre cinque gare in quegli anni sono andate allo spagnolo.
1 – Solo un paese è stato rappresentato sul podio l’anno scorso: con Davies, Rea e Sykes, c’è stato due volte un podio britannico.
0.021 secondi – Questo è il più breve margine per una vittoria a Imola: è stato registrato nella seconda gara del 2001, tra Regis Laconi – alla sua prima vittoria – e Ruben Xaus. Xaus si è vendicata due anni dopo, vincendo su Laconi con il maggior distacco mai registrato qui: 12.038 secondi (gara 2).
Un circuito per le doppiette
Nove su tredici(*) a Imola
Finora Imola è stato un circuito che ha preferito le doppiette: il vincitore è stato lo stesso in entrambe le gare, non meno di nove volte su tredici. Il primo è stato Colin Edwards, nel 2002, in una delle stagioni più epiche della storia. Ruben Xaus e Regis Laconi l’hanno seguito nel 2002 e nel 2003, e negli anni più recent ci sono state sei doppiette nei sette anni successivi: Carlos Checa (2010-2012), Tom Sykes (2013), Jonathan Rea (2014-2015), Chaz Davies (2016).
(*) Nel 2006 c’è stata solo una Gara a Imola a causa del maltempo.
Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9903 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*