Roma, fermati due bulgari “clonatori” di carte di credito: sequestrata l’attrezzatura

Appena una settimana fa l’arresto di due italiani per clonazione di bancomat e ieri, nel corso di una mirata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina ne hanno arrestatati altri 2. Sono cittadini bulgari, di 31 e 32 anni, disoccupati e senza fissa dimora, con precedenti, che avevano applicato alcuni dispositivi elettronici su di uno sportello bancomat in largo di Torre Argentina, per clonare i bancomat e le carte di credito degli ignari utenti.

Sullo sportello bancomat i due avevano applicato uno skimmer, usato per catturare e archiviare i codici contenuti nella banda magnetica delle carte di pagamento e una telecamera per carpire il pin digitato sulla tastiera.

I Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, ormai specializzati nel contrasto a questo tipo di reato, hanno effettuato un servizio di osservazione a distanza fino a quando, in tarda serata sono riusciti a individuare i due stranieri che si erano avvicinati con fare sospetto per ritirare le apparecchiature posizionate precedentemente. A seguito della perquisizione personale i militari hanno rinvenuto due carte di credito clonate e 2500 € in contanti che sono stati sequestrati.

Una volta ammanettati sono stati accompagnati in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo, mentre la sofisticata attrezzatura è stata sequestrata.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10779 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*