Fioroni, PD: “Queste primarie riguardano il futuro dell’Italia, rischio di un governo Grillo-Salvini”



 

Giuseppe Fioroni (PD) è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. 

Dibattito tv primarie PD. “La valenza di queste primarie riguarda il futuro dell’Italia -ha affermato Fioroni-. Così come Hollande e Fillon in Francia voteranno Macron per dire no a Le Pen, noi abbiamo il dovere di bloccare il rischio di un governo Grillo-Salvini, un governo che ci vuole fuori dall’Europa e che si fonda sulla paura, paura del diverso, paura dei vaccini, paure che ci portano ad affidarsi all’esorcista dei mali che ha contribuito a creare. Un governo dell’avventura che cavalca l’onda della protesta e si ferma un minuto prima che i cittadini si sono spiaccicati sui muri. Se questo sarà noi dovremo collaborare con tutti quelli che sono disponibili, se non abbiamo il consenso, a contribuire affinchè non accada quanto detto prima”.

“Pisapia è sufficientemente accorto e politicamente esperto per sapere che l’altra faccia della medaglia del populismo è il massimalismo, quella forma di politica che dice no a qualunque costo, quella cultura politica che ambisce più a governare un partito che un Paese -ha aggiunto Fioroni-. Dobbiamo chiederci se in questo nuovo centrosinistra possono essere ancora di casa esperienze che abbiamo visto nel passato e che hanno portato a far naufragare tanti leader autorevoli proprio perchè da una parte c’è il populismo e dall’altra il massimalismo. Diciamoci la verità: non è che il Pd è un autobus o un albergo a ore, se uno è uscito vuol dire che ha deciso di seguire altre strade”.

“A Roma solo il Pd fa congressi, si scontra ed elabora una linea comune -ha sottolineato Fioroni-. La malattia della politica è in quelle forze che non fanno più nulla e si divertono a farsi gli autoclic sulla rete. C’è bisogno di un grande bagno rigeneratore della democrazia italiana”.

“Appoggio Renzi perchè ha la capacità di concepire un Pd che guarda al futuro, non ha nostalgia di quello che siamo stati e non è ossessionato dall’appartenenza -ha spiegato Fioroni-. E’ un Pd che ha le porte aperte e vuole allargarsi anche a quell’elettorato deluso dal centrodestra. L’unico leader autorevole e credibile per fare questo è Renzi”.

Fonte: Radio Cusano Campus

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.