Anguillara Sabazia, pubblicate le sentenze del TAR sulle Cave di Basalto

L’Amministrazione rende noto che tra la data del 16/12/2016 ed il 19/12/2016 sono state pubblicate le sentenze relative ai contenziosi in essere tra il Comune di Anguillara Sabazia e le due società di attività estrattive minerarie (Cave), di cui una già autorizzata ed in funzione e l’altra esclusivamente autorizzata ma non ancora in funzione.
Con sentenza n. 12612/2016 il Tar del Lazio, in accoglimento del ricorso avanzato dal Comune di Anguillara Sabazia, ha annullato la determinazione regionale n. G12425 del 3 settembre 2014 e la determinazione dirigenziale n. C1852 del 29 luglio 2010 con le quali si autorizzava l’apertura della Cava della Inerti Nazionali S.r.l.
Con successiva sentenza 12611/2016 il Tar Lazio, che vedeva il Comune di Anguillara Sabazia resistente, nel ricorso avanzato da liberi Cittadini, nei confronti della Regione Lazio, lo riteneva in parte inammissibile ed in parte lo respingeva, in ordine all’autorizzazione regionale con la quale si autorizzava l’apertura della Cava della MCCUBO S.r.l.
Con sentenza n. 12573/2016 il Tar del Lazio, nel ricorso avanzato dal Comune di Anguillara Sabazia, ha respinto la domanda volta ad annullare le delibere n. 455/2014 della Giunta Regionale del Lazio, e tutti i verbali della Conferenza dei Servizi volte a concedere l’autorizzazione all’apertura della Cava della MCCUBO S.r.l.
Nei prossimi giorni l’amministrazione, sentito il proprio legale, valuterà le ipotesi per presentare opportuno ricorso al Consiglio di Stato in ordine al ricorso rigettato ed, al contempo, sarà pronta a tutelare i propri interessi davanti ad una eventuale opposizione da parte della società soccombente.
Il Sindaco afferma di essere parzialmente soddisfatta perché l’accoglimento del ricorso nei confronti della sola Società Inerti Nazionali S.r.l. è il coronamento di numerose battaglie già intraprese attraverso esposti ed interrogazioni regionali da parte del Movimento 5 Stelle, senza nulla togliere ai cittadini delle aree interessate dalle Cave, e dall’operato della precedente amministrazione.
Nei prossimi giorni si incontreranno i legali del Comune per valutare le strategie idonee ad impugnare le sentenze che ci vedono soccombenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*