Montalto di Castro, 31 reperti archeologici ritrovati al’interno di un’abitazione: fermato una 69enne

A Montalto di Castro i militari della locale Stazione Carabinieri a conclusione di articolata indagine, deferivano in stato di libertà per ricettazione  una 69enne del luogo  che deteneva, senza alcuna autorizzazione,  nell’ abitazione 31 reperti archeologici di epoca  compresa fra    il VII ed il III secolo a.C.. I beni, integri, etruschi e romani facevano bella mostra nelle vetrine del salone e dell’ingresso dove erano elegantemente esposti e valorizzati. Le  numerose coppe, lucerne, vasi, balsamari, ollette, kyatos, kylix, calici e buccheri, sono stati catalogati dai militari unitamente ai funzionari della soprintendenza che, al di là dell’interesse culturale dei reperti, stimeranno anche il loro valore economico.- Le indagini proseguono  per risalire ai canali della illecita commercializzazione.-

 (Coppa a vernice rossa, lucerna a vernice nera, coppetta miniaturistica a vernice nera, coppetta miniaturistica a vernice nera con solcature verticali, lucerna a vernice nera, lucerna a vernice rossa, statuetta femminile votiva, vaso troncoconico in ceramica, vaso situliforme a vernice nera, bottiglia argilla depurata, balsamario con decorazione a fasce, olletta ovoide, oinokoico di bucchero con decorazione a ventaglietti, aryballos con decorazione lineare e puntiforme, olletta piansata con fasce a vernice nera, olletta ovoide, olletta ovoide, olletta ovoide con ingubbiatura, fiasca di ceramica decorata, olla piansata con coperchio con decorazione a gocce, anforetta in ceramica a vernice nera, calice in bucchero di colore nero, brocchetta a vernice nera, kylix in vernice nera, fiasca in ceramica comune, kyatos, attingitoio a vernice rossa, anforetta con decorazione a gocce del diametro, olletta globulare, calice di bucchero, vaso troncoconico in ceramica).

In Tuscania, i Carabinieri della locale Stazione, denunciavano in stato di libertà una 45 enne donna del posto che, all’interno di un supermercato , approfittando della confusione alla cassa, repentinamente si impossessava del portafogli ( contenente la somma di euro 60,00 e  documenti) lasciato qualche istante sul banco dal cliente che la precedeva, mentre  imbustava la propria spesa.- Dalla denuncia presentata  i Carabinieri riuscivano immediatamente ad  acquisire le immagini della videosorveglianza, che riprendevano le effigi della donna, insieme ai suoi   due  bambini,  mentre con scaltrezza rubava il portamonete .- Contestati i fatti la donna non poteva che confessare il  momento di debolezza avuto.

In Canino, militari locale Arma, denunciavano a piede libero un 51enne del posto, per simulazione di reato e danneggiamento di cose sottoposte a sequestro. L’uomo con l’intento di vendere come pezzi di ricambio le parti del proprio furgone , peraltro sequestrato nel mese di settembre perché mancante di copertura assicurativa ed a lui affidato, nella mattinata di ieri ne denunciava il furto.- I Carabinieri dubbiosi dei fatti narrati accedevano nel capannone agricolo del denunciante rinvenivano sia  il veicolo, cannibalizzato  nella carrozzeria e nella meccanica, sia le parti sottratte  stoccate e pronte per essere vendute.

Sara Mairaghi
Informazioni su Sara Mairaghi 1367 Articoli

Sara Mairaghi, chitarrista per passione e hobby, dopo aver lavorato come free lance per alcuni siti web, è approdata presso Il Tabloid Motori dove gestiva la parte social del sito. Vista la sua passione per qualsiasi tipo di evento festaiolo e alla moda, cinema e spetacolo, nel settembre 2014 ha preso in carico la categoria Intrattenimento ed Eventi de Iltabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*