Teatro di Villa Torlonia, primi appuntamenti di ottobre della II° edizione di “Storie e stelle del cinema italiano”

Mercoledì 12 ottobre ore 17.00  nel Teatro di Villa Torlonia si inaugura la II edizione di “Storie e stelle del cinema italiano”,  una narrazione di personaggi, protagonisti, luoghi e mestieri del nostro cinema e mondo dello spettacolo, attraverso incontri con i protagonisti e/o gli autori di documentari e docufilm che ne ripercorrono la storia.

La prima edizione  ha avuto ospiti Carlo e Luca Verdone, Gian Luigi Rondi, Ettore Scola, Elio Pandolfi, i fratelli Taviani, Enrico Lucherini, Lina Wertmuller, Gianfranco Pannone. Sono stati realizzati due eventi speciali dedicati a Mario Monicelli e ad Anna Magnani.

L’iniziativa è ideata dalla Direzione Generale per il Cinema del MIBACT, realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla crescita culturale Dipartimento Attività Culturali e turismo Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, l’Istituto Luce Cinecittà, il Centro Sperimentale di Cinematografia e l’Archivio storico del cinema italiano.

Gli incontri del 12 ottobre con Italo Moscati e del 26 ottobre con il documentarista e regista Francesco Matera e i giornalisti della nota trasmissione radiofonica  « Hollywood Party »   Alberto Crespi e Alessandro Boschi, hanno in comune una attenzione per il  territorio, per i luoghi e le tracce della memoria, anche attraverso la ricerca delle immagini dei film e dei luoghi dove gli stessi sono stati girati .

Nel caso di Italo Moscati, una rappresentazione e una riflessione sull’Italia, sul suo territorio e le sue tradizioni, anche attraverso l’utilizzo di rari filmati dell’Istituto Luce.

Nell’incontro con Francesco Matera e i giornalisti di « Hollywood Party », un viaggio attraverso i luoghi di Roma dove sono stati girati alcuni grandi film, con molte testimonianze di attori e registi di cinema e teatro, tra i quali Nanni Moretti, Ettore Scola, Paolo Virzì, Carlo Verdone.

Mercoledì 12 ottobre ore 17.00:  Incontro con Italo Moscati

Regista e scrittore, sceneggiatore, ha lanciato registi come Gianni Amelio, Giuseppe Bertolucci, Peter Del Monte; produttore di film di Jean Luc Godard, Marco Ferreri, ci parlerà, tra l’altro, della sua ultima realizzazione che sarà proiettata al termine dell’incontro, 1200 Km di bellezza (2016, 75’)                                                     

Grazie alle immagini e alle riprese dell’Istituto Luce, nei cui archivi compare un’Italia dai primi anni del Novecento, il documentario ci mostra il nostro paese in tutta la sua bellezza, dal Sud al Nord: sono esattamente i 1200 chilometri del nostro territorio, con le sue coste e le sue costruzioni, ma anche con i suoi abitanti e il suo folklore. Un’Italia articolata, fatta di diverse forme di Bellezza, in un territorio che presenta caratteristiche particolari per ogni regione, dalla Valle d’Aosta e dal Friuli Venezia Giulia, dalla Toscana al Lazio, dalla Lombardia alla Liguria, dalla Campania alla Sicilia e alle sue isole. Venti regioni. Storia del territorio, del paesaggio, vita della gente e arte si mescolano da sempre. Lo spettacolo della natura s’intreccia con lo spettacolo del lavoro e della creatività italiana anche attraverso le riprese di Orson Welles (Otello), Luchino Visconti (Il Gattopardo), Alessando Blasetti (La cena delle beffe), Augusto Genina (Cielo sulla palude), e tanti altri, viene illustrato un viaggio nel cinema che porta lo spettatore a fare un vero e proprio Grand Tour nella nostra penisola, per ritornare ad amarla e ad apprezzarla. Proprio come hanno fatto i grandi registi che l’hanno usata nei loro film.

Mercoledì 26 ottobre ore 17.00: Incontro con Francesco Matera, e Alberto Crespi e Alessandro Boschi della trasmissione radiofonica « Hollywood Party ».

Il tema dell’ incontro è il rapporto tra cinema e la città di Roma e i suoi attori; come la città Eterna è stata set di moltissimi film, attraverso una narrazione storica e filmica che parte dalla città occupata dai nazisti per arrivare ai giorni nostri.

Al termine come contributo speciale sarà proiettato Voi siete qui di Francesco Matera (2014, 85’) con: Alberto Crespi, Furio Scarpelli, Peppino Rotunno, Giuliano Montaldo, Ettore Scola, Carlo Lizzani, Mario Monicelli, Gianni Amelio, Vincenzo Cerami, Nanni Moretti, Paolo Virzì, Sabrina Ferilli, Carlo Verdone, Ferzan Ozpetek, Marco Bellocchio, Gigi Proietti, Armando Trovajoli

Voi Siete Qui è il breve testo che si legge sulle mappe delle città, delle stazioni, dei centri commerciali. Un segno grafico, che aiuta i visitatori, turisti o viandanti che siano, a orientarsi e a capire dove si trovano. Voi Siete Qui è anche il titolo di questo documentario. Un road movie metropolitano nel corso del quale si attraversa la città di Roma, accompagnati dal critico cinematografico Alberto Crespi, alla ricerca di luoghi resi famosi da grandi film del cinema italiano. Per rivedere le immagini di quei film, e magari parlarne con qualcuno dei protagonisti.  Per verificare quanto e come la città sia cambiata (e continui a cambiare). Per testimoniare come il cinema che ha raccontato la città occupata negli anni del nazi-fascismo, la sua rinascita dopo la guerra, la ricostruzione, il boom economico, la speculazione edilizia abbia finito col diventare il vero grande cronista della vita di Roma.

Segreteria organizzativa Direzione Generale Cinema:

Ernesto Massimo Piazza ernesto.piazza@beniculturali.it  Mobile 3312568400

Monique Macchiavelli  moniquemacchiavelli@gmail.com  Mobile 3315980243 

Info:                                                       

Teatro di Villa Torlonia                                                                                                                        

Via Lazzaro Spallanzani, 1°- Roma  Tel. 06.4404768 – 060608                                                                            

www.teatrodivillatorlonia.it   info@teatrodivillatorlonia.it 

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria allo 060608 (effettuabile da 7 giorni prima di ciascuno appuntamento).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*