Per Magliona il 2016 è targato Norma-Zytek

Il sei volte tricolore nei prototipi CN passa alla categoria E2SC sulla biposto francese provata ad Alghero (con vittoria) e al Master Drivers in Umbria. Il programma di punta prevede la partecipazione al Campionato Italiano Velocità Montagna: “Sfida tutta nuova, la più complessa della mia carriera”
Sassari, 18 aprile 2016. Omar Magliona cambia tutto e riaccende i motori in una stagione 2016 di novità. Il sei volte campione italiano prototipi CN della velocità in salita lascia la categoria dominata dal 2010 al 2015 e affronta una sfida completamente nuova nel gruppo E2SC al volante della Norma M20 FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli, ovvero una delle vetture Sport ai vertici assoluti della specialità delle cronoscalate. Il pilota sardo ha rinnovato l’accordo con la scuderia siciliana CST Sport e confermato il rapporto di collaborazione con il Faggioli Racing Team, che cura la preparazione dell’auto. Il programma di punta prevede la partecipazione al Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM), la massima serie di settore di AciSport.
Magliona Norma M20 Fc Zytek Scheggia 2016 FotoRainieriMagliona ha guidato per la prima volta la biposto francese in ottobre, trionfando con record del tracciato all’Alghero Scala Piccada, per lui gara di casa. In ottica 2016 il campione sassarese ha poi svolto il primo collaudo stagionale in Umbria lo scorso 3 aprile, quando a Scheggia si è svolto il 4° Master Drivers, evento non agonistico che ha inaugurato l’annata delle cronoscalate. Il primo obiettivo è stato riprendere confidenza con la guida e tornare a familiarizzare con la Norma-Zytek, tipologia di prototipo che richiede un impegnativo lavoro di allenamento, soprattutto su tracciati non conosciuti, come nel caso di Scheggia. Dopo un inverno di premiazioni e di lavoro per confermare un programma sportivo ambizioso anche nel 2016, Magliona ha dunque già inaugurato la preparazione per conoscere quanto più profondamente possibile la sua nuova auto, che porterà in gara per la prima volta in CIVM alla Sarnano Sassotetto, in programma nel weekend del 1° maggio in provincia di Macerata. Le partnership a supporto e al fianco del campione sardo, impegnato anche nella promozione della onlus Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, saranno General Ray apparecchiature elettromedicali, AZ ricambi, Società ecologica R2, Vanguard Motoroil, concessionaria Automania, Baracca costruzioni, Autodromo di Mores, Costruzioni Magliona, Character grafica e stampa, Mir Raceline e la collaborazione dell’Aci Oristano, oltre a nuove realtà che si aggiungeranno a breve.
Magliona presenta così la sua stagione 2016: “Iniziamo una nuova avventura, quest’anno del tutto diversa e per questo ancora più impegnativa dal punto di vista umano e professionale. È una sfida, la più complessa della mia carriera, che richiede competitività e scrupolosa serietà nella preparazione. Dalle prime esperienze sulla Norma-Zytek mi sono reso conto che ho ancora uno stile di guida vicino a quello dei CN, prototipi veloci anche loro, certo, ma la nuova categoria scelta ci impone un approccio e una tecnica differenti. Lavoriamo dunque sia per adattarci e affinare questi particolari sia per conoscere al meglio i segreti dell’auto, sulla quale si è già visto che si migliora molto gara dopo gara e da un anno all’altro. Allora non vedo l’ora di rimettermi in abitacolo e ripartire con la consueta passione per un programma che mi metterà a dura prova ma spero anche ci porti risultati di prestigio. Quest’anno più che mai mi sento pronto ed entusiasta a onorare al meglio questo sport e tutte le realtà e gli appassionati che mi sostengono.”

Informazioni su Emanuele Bompadre 10704 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*