Quadraro – Medaglia al merito civile alla memoria per Don Gioacchino Rey

Il 17 aprile 1944 nell’allora borgata del Quadraro Vecchio di Roma e zone limitrofe, per mano dei reparti tedeschi del Panzergrenadier-Regiment 71, fatti affluire appositamente dalla riserva del fronte sul litorale, e degli effettivi delle SS di stanza a Roma, posti agli ordini del tenente colonnello Herbert Kappler, avvenne il rastrellamento di tutti gli uomini dai 16 ai 55 anni che i nazisti riuscirono a catturare, circondando il luogo ed effettuando una violenta irruzione all’alba nelle abitazioni.

Sullo sfondo della vicenda sta emergendo nitidamente la figura del sacerdote parroco di Santa Maria del Buon Consiglio, don Gioacchino Rey, nato a Lenola (LT), chiamato da Pio XI il «parroco delle Trincee», in ricordo ed omaggio alla sua missione di cappellano militare durante la Prima Guerra Mondiale, per la quale gli fu conferita una medaglia di bronzo al valor militare, motivata dalle sue azioni svolte in soccorso dei feriti sotto il fuoco nemico.

Don Gioacchino, familiarmente chiamato Luigi, fu colui che si è battuto per la sua borgata sia durante l’azione predatoria che nel successivo conforto e aiuto materiale verso le famiglie dei rastrellati.

È grazie alla sua intuizione di raccogliere i nominativi dei deportati che si è potuto nel tempo far riconoscere a buona parte degli aventi diritto le provvidenze e le qualifiche dovute per legge, in quanto gli elenchi dei rastrellati redatti dai tedeschi non sono mai stati reperiti.

Il parroco tuttavia non vide mai tornare i deportati in quanto morì in un incidente stradale a Roma il 13 dicembre 1944.

Allo scopo di valorizzare sia la vicenda storica che la memoria dei rastrellati, l’Anrp, a seguito della ricerca storico scientifica coordinata dal Dott. Pierluigi Amen, è riuscita ad ottenere la delibera per il conferimento di una ricompensa alla memoria di Don Gioacchino Rey, che si spera essere la Medaglia d’oro al merito civile.

Ecco l’estratto della delibera:

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO,  Pref. Francesco Paolo Tronca, con i poteri della Giunta Capitolina  DELIBERA

“per le motivazioni in premessa, da intendersi qui integralmente riportate, di dare atto, per l’eventuale concessione di una ricompensa al merito civile alla memoria, dell’esemplare comportamento di Don Gioacchino Rey, uomo e sacerdote di elevate qualità morali e civili, che si prodigò, anche a rischio della propria vita, in favore delle vittime, e relative famiglie, del rastrellamento avvenuto il 17 aprile 1944 nel quartiere romano del Quadraro, quale esempio di elevato spirito di abnegazione e di solidarietà sociale.”

La vicenda ha avuto anche un’eco a livello parlamentare, infatti l’On. Laura Coccia si è espressa così in una nota:

Apprendo con gioia e soddisfazione della delibera con la quale il Comune di Roma ha deciso di proporre l’attribuzione di una ricompensa per meriti civili che si auspica e richiede essere la Medaglia d’oro a don Gioacchino Rey, nobile sacerdote, uomo straordinario e operatore di pace che nella Roma occupata dai nazisti ha aiutato l’intera borgata del Quadraro a sopravvivere dopo il rastrellamento del 17 aprile 1944 degli uomini dai 16 ai 55 anni, deportati e obbligati al lavoro coatto nei territori occupati dal Terzo Reich”, lo dichiara in una nota Laura Coccia, parlamentare romana del Partito Democratico. “Come figlia del Quadraro prima che come parlamentare voglio ringraziare sia il Prefetto Francesco Paolo Tronca per questa importante decisione, che avvia l’iter per il dovuto onore civile della Repubblica ad un uomo buono e giusto, che l’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia quale Ente promotore del conferimento – ha aggiunto – A sostegno di questa iniziativa farò partire una raccolta di firme simbolica e significativa tra i parlamentari indirizzata al Presidente della Repubblica, certa che troverà il necessario sostegno al di là degli schieramenti politici“, ha concluso Coccia.

Informazioni su Samantha Lombardi 4942 Articoli

Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell’Arte del Mondo Antico e dell’Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l’Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell’Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*