Anagni – Domani, 27 gennaio 2016, alle 9.30 la commemorazione della tragedia della Shoah

Domani, 27 gennaio 2016, alle 9.30 nella Sala della Ragione del Comune di Anagni gli alunni delle terze classi della scuola primaria di I, II Istituto comprensivo e Convitto Regina Margherita, in rappresentanza di tutti gli studenti di Anagni, parteciperanno alla commemorazione della tragedia della Shoah.

L’iniziativa, promossa dall’assessore alla Pubblica istruzione Simona Pampanelli, prevede lo spettacolo “Le Carlottine” dell’associazione culturale “Errare Persona” di Damiana Leone che permetterà ai giovani di riflettere sui tragici eventi storici legati allo sterminio e alle persecuzioni avvenuti nei campi nazisti.

<Va ricordato e spiegato alle nuove generazioni – dichiara l’assessore Pampanelli – che le atrocità compiute sono state il frutto delle ideologie nazionalistiche e razziste che hanno condotto all’ultimo conflitto mondiale causando dolore e devastazione>. Lo spettacolo – con ingresso libero – si inserisce nel progetto “Officina Culturale” della Regione Lazio Casa dell’Arte della dottoressa Damiana Leone che vede l’adesione dell’amministrazione comunale di Anagni.

E sempre in occasione della Giornata della Memoria, questa mattina il sindaco Fausto Bassetta ha inviato un messaggio a tutti gli alunni e studenti di Anagni “Il ricordo – ha scritto – non ha un colore particolare, perché riguarda l’umanità intera; supera ogni barriera politica, nazionale, razziale, etnica, religiosa e penetra direttamente nel nostro animo, lì dove il dolore e la tristezza si fanno più acuti e il cuore rimane sgomento. Ci sono state molte vittime e altrettanti carnefici e il ricordo delle prime non deve far dimenticare quanto di assurdo e inumano ha voluto imporre un’ideologia feroce e insensata”. Ha quindi riportato, per dare parola “a chi ha vissuto sulla propria carne quei giorni di disperazione, perché nessuno più di loro può coltivare e rinverdire la nostra memoria”, un passo della prefazione del libro di Robert Antelme, partigiano francese che subì la prigionia nel campo di Gandersheim.

Informazioni su Samantha Lombardi 4942 Articoli

Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell’Arte del Mondo Antico e dell’Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l’Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell’Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*