Ardea – Al via la festa per i 75anni della comunità trentina

Trentini in festa per il 75esimo anniversario della loro comunità dell’agro romano e pontino. In una tre giorni – che inizierà venerdì 4 e terminerà domenica – si ricorderanno i momenti dei pionieri che dal Trentino, dagli anni Quaranta dello scorso secolo si insediarono tra i Comuni di Ardea, Pomezia e Aprilia.  L’iniziativa è patrocinata dalle tre amministrazioni, dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Latina. “E’ una ricorrenza fondamentale per il territorio, visto che la comunità conta circa 7mila persone ed è alla base del tessuto sociale e civile locale – ha spiegato l’assessore alla Cultura del Comune di Ardea, Riccardo Iotti – L’agro pontino e romano si confermano come luoghi dove le culture e le società si sono intrecciate nel corso dei decenni, dove le storie più varie si sono confrontate e hanno realizzato straordinarie famiglie. E’ una festa che serve per riscoprire l’identità e per apprezzare al meglio chi ha contribuito alla crescita di questo territorio”. Venerdì 4 dicembre è prevista la cerimonia inaugurale con, alle 19, la degustazione di una cena tipica trentina e alle 20 i giochi popolari. Sabato 5 dicembre, invece, le celebrazioni si spostano nell’aula consiliare di via Laurentina con il coro Rutuli Cantores che eseguirà alcuni brani tipici alpini e poi con Paolo Perotto che presenterà il suo libro “Nella terra dell’Airone”. Alle 19, invece, cena tipica trentina e alle 20.30 balli tradizionali con l’associazione La Chiarantana. Domenica 6 dicembre alle 212 ci sarà la consegna degli attestati agli assegnatari dei 101 poderi, alle 13 la degustazione tipica e alle 15 l’estrazione della lotteria a premi. Il centro degli appuntamenti – oltre alla manifestazione nella sala Pertini – è in via Laurentina 106, nel piazzale dell’ex Club 2000, dove durante la manifestazione è possibile visitare la mostra fotografica a cura di Paolo Perotto. Per informazioni e per le prenotazioni per le degustazioni è possibile contattare il 347.1083269 (Fabrizio).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*