Roma – Medico posturologo arrestato per violenza sessuale nei confronti di una tredicenne e due quindicenni

Violenza sessuale aggravata e continuata. E’ questa l’accusa nei confronti di un medico 64enne arrestato ieri dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Roma.

Vittime 3 ragazzi minorenni.

Sono stati gli agenti della “Quarta Sezione” ha eseguire l’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di R.G. – medico posturologo – accusato di violenza sessuale aggravata e continuata ai danni di una tredicenne e di due quindicenni.

Le indagini sono state avviate a seguito di una segnalazione al Servizio Emergenza Infanzia 114, con la quale si lamentava il comportamento di un medico che aveva ripetutamente toccato le parti intime di una minorenne.

Nello specifico, durante delle sedute di manipolazione osteopatica, dopo aver fatto spogliare le ragazze per fini non attinenti all’attività terapeutica, costringeva le giovani pazienti a subire atti sessuali, coartando la volontà delle suddette con condotte repentine e insidiose, in quanto rassicurava le minori sostenendo di dover necessariamente effettuare delle manipolazioni molto invasive per ragioni terapeutiche, approfittando della loro minore età e abusando della propria qualifica di medico posturologo.

Il GIP del Tribunale di Roma ha accolto la richiesta della locale Procura, che ha coordinato le indagini, condividendo l’orientamento degli inquirenti, secondo i quali lo specialista adottava diversi stili terapeutici a seconda dell’età, del sesso e dell’avvenenza dei pazienti, costringendo con astuzia e inganno le giovani pazienti di sesso femminile a subire massaggi sessualmente connotati.

 

Informazioni su Emanuele Bompadre 10701 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*