MotoGP – Le Mans, un altro podio per Andrea Dovizioso

Un’altra ottima prestazione in gara per Andrea Dovizioso, che sale sul podio nel GP di Francia grazie al terzo posto ottenuto a Le Mans. Il pilota romagnolo del Ducati Team, partito dalla prima fila con il secondo miglior tempo in qualifica, dopo una buona partenza è passato sul traguardo al primo giro in seconda posizione dietro a Lorenzo, che poi ha vinto la gara francese. Dovizioso ha mantenuto il secondo posto fino al tredicesimo giro, quando è stato superato da Rossi, ed ha poi chiuso la gara in terza posizione. Andrea è ora terzo anche nella classifica generale del Campionato Piloti 2015.

Grande la gara di Andrea Iannone, ancora dolorante alla spalla sinistra che si era infortunato martedì scorso durante i test Ducati al Mugello. Grazie all’assistenza e alle terapie della Clinica Mobile ed alla sua grande motivazione, il pilota di Vasto è riuscito a fare un GP davvero entusiasmante: è scattato molto bene al via, ha chiuso il primo giro al terzo posto ed ha poi mantenuto la stessa posizione fino all’undicesimo giro. Dopo essere stato passato da Rossi, Iannone ha proseguito la sua gara in quarta posizione, ma la fatica ha poi iniziato a farsi sentire e Andrea è stato raggiunto da Smith e Marquez, che nel corso del ventiquattresimo giro lo ha superato. A questo punto è iniziata una emozionante battaglia tra i due piloti, ricca di sorpassi e controsorpassi, e alla fine Iannone ha chiuso la gara con un meritato quinto posto, davanti a Smith. Il pilota abruzzese del Ducati Team è anche quinto in Campionato, con 61 punti.
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) –  3°
“Sono felice perché è sempre molto importante centrare il podio e quello di oggi è l’ennesima conferma della nostra competitività. Le condizioni erano buone, ma dopo metà gara non sono più riuscito a tenere il passo di Lorenzo. Purtroppo è calato il grip e non ho potuto essere efficace come nella prima parte: pensavo di avere più velocità per arrivare verso fine gara e provare a lottare per la vittoria ma non è stato possibile. E’ la  conferma che ci manca ancora qualcosina e, anche se dobbiamo essere molto soddisfatti di questo ulteriore podio, ci dobbiamo impegnare per migliorare ancora la GP15”.
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 5°
“E’ stata una gara molto difficile per me, forse la più difficile della mia vita. All’inizio stavo bene, avevo un buon passo ed ero contento di come stava andando. Fino al decimo giro stavo girando veloce, dietro  a Lorenzo e Dovizioso, ma poi ho iniziato ad accusare dolore al braccio sinistro e per compensare ho usato molto di più quello destro, che si è affaticato e pertanto non sono più riuscito ad essere efficace in frenata. Ho fatto anche un paio di errori perdendo tempo e sono stato raggiunto da Smith e Marquez, con cui ho fatto una bella battaglia. In ogni caso devo essere contento per oggi, perché è stato veramente difficile concludere la gara, e voglio ringraziare la mia squadra che mi ha messo a disposizione una moto molto competitiva e mi ha permesso di portare a casa questo risultato. Voglio anche ringraziare i ragazzi della Clinica Mobile che mi hanno supportato e si sono presi cura di me durante tutto il week-end”.
Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse)
“Quello di oggi è il quinto podio che abbiamo ottenuto dall’inizio della stagione e quindi non possiamo che essere soddisfatti. Dovizioso è stato molto bravo ed ha condotto una gara veloce ed intelligente, portando ancora una volta la Desmosedici GP15 sul podio. Iannone ha disputato una gara eccezionale, dimostrando di avere un grande carattere e, nonostante il forte dolore alla spalla sinistra, ha duellato con Marquez in modo entusiasmante riuscendo a finire la gara al quinto posto. Archiviato il GP di Francia, da domani ci concentreremo sulla preparazione della nostra “gara di casa”, perché sappiamo che al Mugello saranno presenti tantissimi Ducatisti a cui vogliamo provare a dare ancora delle grandi soddisfazioni “.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9870 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*