Ciclismo – 1200 iscritti al Bracciano Cycling Festival

Va a segno la prima edizione del Bracciano Cycling Festival, che ha occupato il fine settimana braccianese del 15 marzo. 1200 gli iscritti alla Granfondo dei Laghi, mentre più di un centinaio i partecipanti alla 1ª Braccianissima Legend e alla 1ª Randonnée dei Laghi. Il timore del brutto tempo limita la partecipazione alla Mini Bike. Vittoria maschile per l’ischitano Scotto D’Abusco e femminile per la laziale Gentili. ASD Roma CIclismo sugli scudi tra le società. 

L’intenzione degli uomini del Team Terenzi, diretti dallo stesso Claudio Terenzi, era quella di portare a Bracciano una manifestazione che coinvolgesse la bicicletta a 360 gradi. Un obiettivo raggiunto con successo vista la folta partecipazione dei tanti ciclisti che si sono cimentati nei vari eventi a loro dedicati.

Sabato mattina a prendere il via alle ore 8.30 sono stati i quasi cento “randagi” impegnati nella 1ª edizione della Randonnée dei Laghi che, con i suoi 204 chilometri, li ha portati alla scoperta dei laghi vulcanici di Bracciano, di Vico e di Bolsena. Niente agonismo con il motto di “percorre, non per correre”, per questi amanti delle lunghe distanze.

A seguire, alle ore 9.30, sono state le biciclette d’epoca della 1ª Braccianissima Legend, manifestazione dedicata al mondo vintage del ciclismo, a dare spettacolo. Anche in questo caso poco meno di un centinaio di esemplari di biciclette antiche, con ciclisti vestiti e accessoriati rispettando il periodo storico della propria bicicletta. Una manifestazione riuscitissima che ha destato la curiosità dei numerosi turisti presenti nel centro cittadino. Un percorso di una cinquantina di chilometri che li ha portati a gustarsi il lago di Bracciano e i Monti Sabatini. Presente anche Michela Piccioni, coordinatrice nazionale del Giro d’Italia d’Epoca, il contenitore delle prove vintage.

Improvvisata e molto gradita la partecipazione del Presidente della FCI, Renato Di Rocco, accompagnato dall’amico Roberto Sgalla, Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, che hanno scortato i “Leggendari” lungo il percorso a loro dedicato.

Un sabato ricco di sole e temperature gradevoli, ma con lo spettro della pioggia dell’indomani fin dalle prime ore della mattina.

Invece è stato un cielo plumbeo, ma innocuo ad accogliere i 900 partenti dei 1200 iscritti, che hanno preso posto all’interno delle griglie di partenza predisposte ai piedi del maestoso castello Odescalchi.

Alle 8.30, come da programma, il folto plotone variopinto ha preso il via della 3ª edizione della Granfondo dei Laghi, la seconda firmata dal Team Terenzi.

Per loro un percorso di 124 chilometri, che ha visto un primo periplo del Lago di Bracciano, per salire sui monti Sabatini e dirigersi verso il Lago di Vico, che è stato aggirato in senso orario, attraversando i Monti Cimini, per tornare verso Trevignano e chiudere gli ultimi chilometri in riva al lago.

La corsa parte subito forte con un tentativo di fuga, ma è la prima salita di giornata a portare allo scoperto i pezzi da novanta, che a metà gara dettano il passo. La cronoscalata sul Lago di Vico  infiamma la corsa e l’ischitano Michele Scotto D’Abusco aumenta il passo sulla rampa a doppia cifra seguito dal valdostano Paul Pellissier, l’unico capace a tenergli testa.

Il gruppo si sfascia sulle rampe, intanto i due guadagnano sempre più vantaggio. La corsa termina così la sua storia. Si dovrà solo attendere l’ultima salita che porta al traguardo posto sotto il castello per vedere il vincitore. Il duo Scotto D’Abusco-Pellissier collabora fino agli ultimi tre chilometri quando il campano tenta l’attacco al quale il valdostano non riesce a replicare.

Sono circa le 11.00 quando le previsioni di pioggia si trasformano in realtà, costringendo i partecipanti a lottare contro l’acqua e le temperature non certo primaverili.

Il negoziante di biciclette ischitano passa così sotto il traguardo con le braccia al cielo, seguito a poche lunghezze da Pellissier, stanco ma soddisfatto.

La lotta per il terzo posto termina con la volata del gruppo degli inseguitori, che vede il pescarese Davide D’Angelo essere il più veloce.

Senza storia la gara femminile che vede la romana, adottata pratese, Claudia Gentili sempre in vantaggio, seguita da un gruppetto di tre donne. La loro gara si determina lungo la cronoscalata dove la giovane molisana Manuela De Iuliis prende il volo per accaparrarsi il secondo gradino del podio inseguita dalla tiburtina Deborah Mascelli, che sale sul terzo.

La vittoria di società per numero di partiti va all’ASD Roma Ciclismo (55 partiti), seguita dal GSC Tor Sapienza (35 partiti), mentre al terzo posto si piazza l’ASD Ora et labora (29 partiti).

«Nonostante la pioggia che è venuta a rovinare la festa sul finale, la manifestazione è stata un vero successo – dichiara Claudio Terenzi – Sono stati due giorni veramente intensi durante i quali abbiamo visto la bicicletta diventare il centro attorno cui ha ruotato Bracciano. Un grosso ringraziamento va all’amministrazione comunale di Bracciano, che fin dalle prime battute ha appoggiato appieno il nostro progetto. Poi mi sento di ringraziare anche le amministrazioni comunali e le polizie locali di tutti i comuni attraversati. Un plauso particolare va alle centinaia di volontari che hanno garantito la sicurezza sul percorso. Non sono certo da dimenticare Biemme e Caprio, i due sponsor che ci hanno appoggiati in questa iniziativa. L’arrivederci è per il 2016 per la 2ª edizione del Bracciano Cycling Festival.»

Le immagini del Bracciano Cycling Festival si potranno vedere giovedì 19 marzo in onda su Bike Channel (Sky214) dalle ore 22.15.

CLASSIFICA GENERALE MASCHILE

1. Michele Scotto D´Abusco (Team Cicli Scotto Ischia); 03:23:17.82; 36,6km/h
2. Paul Pellissier (Asd Team Terenzi); 03:23:36.27; 36,54km/h
3. Davide D´Angelo (Asd Team Terenzi); 03:25:22.72; 36,23km/h
4. Bruno Sanetti (Gs Vigili Del Fuoco Vt); 03:25:23.61; 36,22km/h
5. Giovanni Nucera (Cavallino Asd Specialized); 03:25:24.81; 36,22km/h
6. Matteo Cecconi (Asd Effetto Ciclismo Fiano Romano); 03:25:34.65; 36,19km/h
7. Luisiano Cannizzaro (Team Animabike Falasca Zama Twp); 03:25:42.72; 36,17km/h
8. Fabio Cini (Genetik Cycling Team Asd); 03:25:48.33; 36,15km/h
9. Emanuele Orsini (Asd Effetto Ciclismo Fiano Romano); 03:25:51.80; 36,14km/h
10. Cristian Nardecchia (Asd Team Terenzi); 03:26:24.71; 36,05km/h

CLASSIFICA GENERALE FEMMINILE

1. Claudia Gentili (Team Giletti); 03:42:12.47; 33,48km/h
2. Manuela De Iuliis (Team Animabike Falasca Zama Twp); 03:46:25.42; 32,86km/h
3. Deborah Mascelli (Asd Effetto Ciclismo Fiano Romano); 03:49:27.23; 32,43km/h
4. Maria Giacinta Cannas (Asd Roma Ciclismo); 03:54:21.94; 31,75km/h
5. Manuela Lezzerini (Asd Roma Ciclismo); 03:55:24.63; 31,61km/h

Visualizza le classifiche complete sul sito KronoService.com 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*