Roma – Roma Multiservizi, richiesto dall’USI un intervento immediato

[quote font=”0″ arrow=”yes”]

La scrivente Unione Sindacale Italiana, presente nell’azienda Roma Multiservizi spa con una propria sezione sindacale, e con mandato da parte dei dipendenti licenziati, richiede intervento IMMEDIATO, con esplicita richiesta di CONVOCAZIONE di incontro presso la sede dell’ OSSERVATORIO COMUNALE SULLE CONDIZIONI DI LAVORO, PER SOLUZIONE E RICOLLOCAZIONE A CONDIZIONI REGOLARI E CORRETTE DEI LAVORATORI E LAVORATRICI LICENZIATI DALLA ROMA MULTISERVIZI SPA, COME DA RICHIESTA DIRETTA INOLTRATA DAI DIRETTI INTERESSATI, già trasmessa il 16 febbraio 2015.

Si ricorda che tutta la documentazione in merito è stata più volte consegnata alle varie parti politiche e gestionali, a vario titolo aventi causa, che varie segnalazioni e richieste di intervento sono state effettuate in questi ultimi mesi, da ultimo nel verbale dell’osservatorio dell’11 dicembre 2014 (prot. QH -87209 del 17/12/2014), oltre alla mozione di indirizzo votata dall’Assemblea Capitolina del 6/7 agosto 2014, mozione e indirizzi che devono essere attuati.

Si denuncia inoltre il fatto che alcuni lavoratori, nei giorni scorsi, sono stati costretti a firmare “pre contratti”, di dubbia legittimità e regolarità, in sede Multiservizi, con inserimento di clausole e condizioni “capestro”, non discusse nei vari incontri avvenuti con le parti in causa sia all’Assessorato che all’AMA, nettamente peggiorative rispetto agli impegni presi.

Pertanto si invita l’Osservatorio, nelle sue funzioni istituzionali, per la fase di “mediazione attiva” e di conciliazione per la soluzione positiva della vicenda, a provvedere alla convocazione, di tutti i soggetti (Roma Multiservizi, stazioni appaltanti AMA e Dipartimento, Assessorato…) interessati, con la presenza dello scrivente “soggetto segnalante”, allo scopo di addivenire ad un accordo che stabilisca condizioni regolari, trasparenti, dignitose per la ricollocazione della forza lavoro. Distinti saluti e si resta in attesa della comunicazione della convocazione richiesta.

[/quote]

Riceviamo e pubblichiamo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*