Municipio V – Mostra fotografica collettiva alla Casa della Cultura

Dal 10 febbraio alla casa della Cultura di Villa de Sanctis verranno esposte fino al 22 febbraio due mostre collettive del gruppo fotografico “I Fotomani”.

Le tematiche in mostra hanno un forte impatto emotivo, attraverso gli scatti gli artisti si pongono l’obiettivo di rappresentare i luoghi e i fatti della Resistenza italiana nel quartiere di San Lorenzo (1943 – 45) e della città dell’Aquila a sei anni dal sisma.

I lavori rappresentati sono il frutto di uscite individuali o in gruppo a carattere didattico, in cui ciascun membro ha potuto manifestare la propria personalità fotografica, sia gli esperti che i semplici appassionati.

Durante il periodo espositivo si terrà un evento speciale: sabato 21 febbraio dalle ore 17:00 alla presenza di Giuseppe Mogavero, Segretario Generale del Museo della Liberazione di Via Tasso, e di Modestino De Angelis, figlio di una vittima dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, è da sempre attivo per la memoria e la documentazione del periodo storico 1943-45, verranno letti e commentati alcuni brani tratti dal libro di Cesare De Simone, “Venti angeli sopra Roma” con contributi audio inerenti l’ambientazione e il periodo storico.

Gli scatti in mostra rappresentano la cronaca emotiva di due momenti tragici del nostro Paese – dichiara il presidente del Municipio Roma V, Giammarco PalmieriCi portano nel cuore delle storie . Occorre perpetuare nel tempo la memoria di ciò che è accaduto, ricordando il dolore e lo smarrimento di tanti, ma anche la gran voglia di ricominciare, di ripartire dalle macerie non lasciando cadere le testimonianze nell’oblio.<<<<<<2

Mostre collettive

Le ali spezzate. L’Aquila, la città che non vuole morire.

Roma, 1943-45. Resistenza e Liberazione.

10 – 22 febbraio 2015

Casa della Cultura, Villa de Sanctis

Informazioni su Emanuele Bompadre 10702 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*