Ladispoli – Affitti: è scontro tra amministrazione e opposizione

L’amministrazione comunale di Ladispoli di scaglia contro l’opposizione dopo la questione degli aumenti degli affitti per gli immobili che sono adibiti alle attività di pubblico interesse.

[quote font=”0″ arrow=”yes”]Una opposizione sempre più divisa e priva di argomenti ricicla sempre le stesse notizie false per diffondere discredito verso le istituzioni. Abbiamo da tempo dimostrato di aver ridotto negli anni le spese per gli affitti di immobili adibiti ad attività di pubblico interesse. Ladispoli non ha ricevuto dalla sua storia edifici di proprietà come invece quasi tutti gli altri Comuni italiani e ha dovuto nel tempo aprire servizi affittando immobili. Con una azione di costante programmazione abbiamo realizzato immobili, costruito scuole, utilizzato aree pubbliche. Questo ci ha permesso di lasciare tutti gli edifici in affitto ove erano funzionanti scuole, tutti gli edifici in affitto ove erano posizionati servizi sociali e le aree in affitto per l’isola ecologica e il centro servizi N. U. Il Comune negli ultimi anni ha dato la disdetta ai locali in via Palo Laziale, a quelli di Largo del Verrocchio, a quelli di via Rimini, all’area di Torre Flavia. Il tutto con un risparmio annuo di 260 mila euro. Per la Caserma dei Vigili Urbani c’è stato un trasferimento obbligato, dalle nuove normative, in locali già in affitto dal Comune da 8 anni per il centro di Formazione Professionale finanziato dalla Regione e per il collocamento al lavoro. Non c’erano altri locali di proprietà Comunale disponibili perché l’immobile nell’area Artigianale e’ stato assegnato all’Azienda Comunale Flavia Acque, che potrà così lasciare i locali in affitto. Tutto questo era già noto dallo scorso anno ai consiglieri comunali di minoranza, che continuano però a ripetere sempre le stesse cose non vere. Per quanto riguarda gli incarichi professionali tutto avviene nel rispetto della legge e sia per le procedure che per gli incarichi questi sono di assoluta competenza dei responsabili dei servizi comunali. I Comitati e i consiglieri di minoranza forse non si rendono contro che in questo modo stanno accusando i dipendenti comunali che hanno seguito e seguono le normative.[/quote]

 

Riceviamo e pubblichiamo

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*